Serial killer di gatti denunciata: mici uccisi di freddo nel freezer

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 agosto 2018 15:11 | Ultimo aggiornamento: 22 agosto 2018 15:11
Serial killer di gatti denunciata: mici uccisi di botte e morti assiderati nel freezer

Serial killer di gatti denunciata: mici uccisi di botte e morti assiderati nel freezer (Foto Ansa)

MILANO  – Una donna è stata denunciata a Lecco con una ipotesi di reato orribile: è accusata di essere una serial killer di gatti. La donna è stata denunciata dall’Enpa, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] l’Ente nazionale per la protezione degli animali. Sono quattro al momento le possibili vittime della donna: due cuccioli, trovati morti, uno scomparso e uno che è stato salvato in extremis.

I quattro mici erano stati affidati alla donna, 41 anni, originaria di Milano ma residente a Lecco. In realtà i gatti affidati alla donna sono di più: in almeno sei casi, almeno per quanto è noto all’Enpa, anche se si sospetta che siano molti di più, la donna ha preso in affidamento da persone in assoluta buona fede, tra le quali anche un veterinario, cuccioli di gatto con una età compresa tra i due e i quattro mesi. Ma non li ha presi per curarli e farli stare bene, ma per sottoporli ad orribili vessazioni, talvolta fatali.

Due di questi poveri mici sono sicuramente morti, uno in seguito ad una rottura epatica causata, si ipotizza, dalle percosse, mentre il decesso del secondo è compatibile con un congelamento nel freezer.

La donna è stata denunciata per uccisione e maltrattamento di animali e per questo indagata dalla Procura di Lecco. “Benché le indagini siano ancora in corso il quadro indiziario sembra puntare in una direzione precisa: in alta Lombardia, tra le province di Bergamo e Lecco sarebbe in azione una vera serial killer di felini”, si legge in un comunicato dell’Enpa.