Squali “camminano” sulle pinne VIDEO: scoperte quattro nuove specie

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 27 Gennaio 2020 16:15 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2020 16:15
squali camminano pinne ansa

Squali “camminano” sulle pinne (foto Ansa)

ROMA – Nel 2013 vennero documentati per la prima volta gli squali Hemiscyllium appartenenti alla famiglia Hemiscylliidae. Si tratta di squali che sono in grado di “camminare” sui fondali ed ora, nelle acque tropicali dell’Australia settentrionale e della Nuova Guinea, sono state scoperte quattro nuove specie.

Questi squali utilizzano le pinne come vere e proprie zampe con le quali si spostano su rocce e sabbia passo dopo passo senza perdere ovviamente la capacità di nuotare. Si tratta tuttavia non di creature mostruose come si potrebbe credere: questi squali sono infatti molto piccoli, con dimensioni massime che non superano il metro e venti. 

Questi pesci sono quindi assolutamente innocui per l’uomo. Gli unici che debbono preoccuparsi della loro presenza sono quindi i crostacei, molluschi e altri piccoli animali marini che vivono sul fondale e che vengono predati.

Nel 2013, uno squalo Hemiscyllium Halmahera venne avvistato anche in Indonesia. L’esemplare venne trovato al largo dell’isola di Halmahera nelle isole Molucche. Era lungo poco più di 70 centimetri e quindi anche in questo caso totalmente innocuo per l’essere umano.

La specie depone le uova sotto le sporgenze coralline per poi condurre una vita relativamente sedentaria fino all’età adulta. Secondo quanto riportato da Live Science, questi squali non attraversano le aree di acque profonde e si trovano sulle scogliere isolate lungo l’arcipelago indonesiano e nelle acque del Pacifico occidentale.

Fonte: Ansa, FanPage, YouTube