Sri Lanka, elefanti costretti a cercare cibo nella discarica di rifiuti VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Ottobre 2020 10:41 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2020 10:41
elefante discarica sri lanka

Sri Lanka, elefanti costretti a cercare cibo nella discarica di rifiuti

Elefanti cercano cibo nella montagna di rifiuti che sorge vicino alla giungla nello Sri Lanka. Il simbolo della maestosità della natura costretto a rovistare nella discarica. 

Sri Lanka, elefanti costretti a rovistare tra i rifiuti di una discarica che sorge vicino alla giungla.

Il simbolo della maestosità della natura è stato immortalato così, costretto a rovistare tra le montagne di rifiuti per cercare il cibo di cui nutrirsi.

La scena l’ha immortalata il fotografo Tharmaplan Tilaxan. Purtroppo però queste strazianti immagini non sono una novità.

Nel 2018,  l’esperta di elefanti asiatici Jayantha Jayewardene dichiarava infatti che centinaia dei 7.500 elefanti nativi dello Sri Lanka si nutrivano di rifiuti.

Sri Lanka considera gli elefanti un tesoro nazionale

“Lo Sri Lanka considera gli elefanti un tesoro nazionale” spiega la Jayewardene, “ma vediamo questi animali ridotti a mangiare spazzatura”.

L’esperta notava come glistessi fossero ormai così abituati a queste pratiche da non essere neanche più aggressivi con i trattori che portavano loro la spazzatura

Questi elefanti non si nutrono più nella giungla. Sono come animali da zoo. È uno spettacolo triste vedere i tesori nazionali raccogliere i rifiuti in decomposizione”.

Elefanti dipendenti dalle discariche di rifiuti

Alcuni degli animali ormai sono diventati dipendenti dalle discariche di rifiuti.

A dimostrarlo sono le rilevanti quantità di plastica e altre sostanze tossiche ritrovate negli escrementi e nelle carcasse degli elefanti. “Gli elefanti si ammalano mangiando plastica. Tuttavia, non abbiamo ancora prove post mortem che il politene abbia causato decessi, ma comunque è qualosa che ci preoccupa molto”.

Divieto di scarico nelle aree aperte vicino ai santuari

Per ovviare a questo problema, nel 2017 il governo dello Sri Lanka ha vietato lo scarico di rifiuti in aree aperte vicino ai santuari per animali.

A più di 50 discariche sono state applicate recinzioni elettriche attorno al loro perimetro.

Oltre a questo, ad agosto, i funzionari hanno vietato le importazioni di plastica nello Sri Lanka nel tentativo di proteggere i loro elefanti selvatici e altri animali.

“La plastica sta provocando danni incalcolabili alla nostra fauna selvatica, agli elefanti, cervi e altri animali. Dobbiamo agire immediatamente per arrestare questa situazione” ha spiegato recentemente  il ministro dell’ambiente Mahinda Amaraweera (fonte: La Stampa, YouTube).