Talpa senza pelo, le femmine ingeriscono le feci della regina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 agosto 2018 7:00 | Ultimo aggiornamento: 30 agosto 2018 20:10
Talpa senza pelo, la bizzarra abitudine delle femmine con la regina

Talpa senza pelo, le femmine ingeriscono le feci della regina

ROMA – Scoperta da scienziati giapponesi una bizzarra caratteristica della talpa senza pelo o “talpa nuda”, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] roditore che vive in colonie simili a quelle delle api e delle formiche dominate da una regina, l’unica che si riproduce e che impedisce alle altre femmine di accoppiarsi ma che tuttavia accudiscono la sua prole come se fosse la loro. I ricercatori hanno scoperto che il loro istinto materno deriva da un metodo insolito delle femmine per acquisire ormoni fondamentali: ingerire le feci della regina.

Il team di scienziati ha descritto la scoperta in un articolo pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences. Il fenomeno dell’ingerimento di feci, noto come coprofagia, potrebbe dunque avere un ruolo importante nell’allevamento dei cuccioli. In queste colonie, le femmine “subordinate” non riproduttive svolgono un certo numero di doveri genitoriali, tra cui la cura e la gestione dei cuccioli. Poiché la talpa nuda è nota per mangiare le proprie feci, gli scienziati ritengono che possano ingerire quelle della regina e, di conseguenza, gli ormoni contenuti.

Il team ha testato la caratteristica nutrendo le femmine subordinate con diversi tipi di “palline” di feci: alcune provenienti dalle regine incinte e altre no, potenziate con estradiolo, che la regina produce naturalmente. Nel giro di pochi giorni le femmine sono diventate più sensibili ai cuccioli e le loro concentrazioni di estradiolo nelle feci e urine variava in un modo che imitava le fasi riproduttive della regina. Gli scienziati sostengono che il trasferimento dell’ormone influenzi il comportamento delle femmine subordinate, alcune in particolare agiscono come tutrici della  prole della regina.

Le talpe nude hanno tratti inusuali molto interessanti agli occhi degli scienziati: sono longevi, resistenti al cancro, possono sopravvivere per lunghi periodi di tempo privati di ossigeno, il che li rende fondamentali per la continua ricerca degli studiosi mirata a scoprire la chiave dell’eterna giovinezza.