Tartaruga azzannatrice a Collegno trovata in mezzo alla strada: il suo morso è una tagliola, specie illegale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Giugno 2021 14:04 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2021 14:04
Tartaruga azzannatrice Collegno

Tartaruga azzannatrice a Collegno, in mezzo alla strada (Ansa)

Tartaruga azzannatrice a Collegno trovata in mezzo alla strada. L’hanno trovata in mezzo alla strada a Collegno, Comune alle porte di Torino. Un esemplare di Chelydra serpentina, tartaruga azzannatrice il nome che gli ha dato la fama.

Tartaruga azzannatrice a Collegno, trovata in mezzo alla strada

Qualcuno che la deteneva abusivamente e illegalmente deve esserne disfatto senza troppi scrupoli. Si tratta infatti di una specie considerata pericolosa per l’incolumità pubblica.

E che, quindi, non può essere acquistata né tenuta in casa da privati, così come stabilisce un decreto del ministero dell’Ambiente del 1996.

La tartaruga azzannatrice deve il nome al suo particolare morso e alla sua aggressività quando esce dall’acqua. La struttura ossea mascellare è simile a quella di un becco. Testa e collo mobilissimi e disarticolati funzionano da morsa che si chiude a scatto.

Molto aggressiva quando esce dall’acqua

Un morso rapidissimo che, grazie al collo, può rivolgersi all’indietro, oltre il carapace, fino alla coda. Quello della tartaruga alligatore (due le specie di Chelydra) stacca di netto tre dita.

Il rettile è stato consegnato ai veterinari del Centro Animali Non Convenzionali di Grugliasco che hanno allertato il nucleo specializzato dei Carabinieri Forestali di Torino. Così che la tartaruga possa ricevere l’affidamento del caso in una struttura idonea ed autorizzata.

L’intervento della struttura universitaria di Grugliasco rientra nella convenzione attivata dalla Città metropolitana. Nell’ambito del progetto ‘Salviamoli insieme on the road’ per il recupero e salvataggio di animali non convenzionali.