VIDEO Koala rimasto orfano abbraccia la guardiana del parco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Aprile 2016 17:41 | Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2016 17:41
Koala rimasto orfano abbraccia la guardiana del parco

Koala rimasto orfano abbraccia la guardiana del parco

SYDNEY – Harry è un piccolo koala rimasto orfano, Tami Wilson è invece la guardiana del Symbio Wildlife Park che si trova nel New South Wales in Australia a circa 45 chilometri da Sydney. i due, come mostra questo filmato apparso su Facebook e diventato subito virale, si concedono un momento di tenerezza.

La guardiana ha stretto un legame fortissimo con il cucciolo. Appena lei arriva e si avvicina all’animale, questo scende dall’albero e si avvicina a Tami con lo scopo di farsi dare una grattatina.

Il koala detto anche “piccolo orso”, è un mammifero marsupiale australiano, unico rappresentante vivente del genere dei  marsupiali arrampicatori.

Come scrive Wikipedia

“Il koala ha una pelliccia di colore grigiastro: la parte superiore del corpo è di un colore grigiastro. Il pelo è lungo, morbido, lanoso e, per via della dieta, odora di eucalipto. Il corpo è tozzo e sprovvisto di coda, i piedi hanno cinque dita prensili, con artigli affilati che gli permettono di arrampicarsi sugli alberi, sui quali vive in piccoli gruppi.

l koala passa quasi tutta la vita sugli alberi di eucalipto. Verso sera, in quanto arboricolo notturno, inizia il proprio pasto composto di foglioline e gemme di eucalipto, consumandone abitualmente circa mezzo chilo al giorno. Trascorre il resto del tempo sonnecchiando, incuneato saldamente nella biforcazione di un ramo. Occasionalmente scende a terra per cambiare albero o per favorire la digestione inghiottendo terra, corteccia e sassolini. La masticazione del koala è estremamente lunga, e l’animale non inghiotte le foglie e le gemme prima di averle ridotte a una pasta finissima con le proprie forti mandibole.

Il koala occupa una nicchia ecologica ben precisa, basando la propria alimentazione su un tipo di vegetale le cui foglie sono estremamente carenti in proteine e grassi, e ricche di fenoli e terpeni tossici per molte specie di animali. Una siffatta alimentazione non può che comportare un metabolismo molto basso anche per un mammifero: il koala, infatti, rimane immobile per 18-19 ore al giorno, gran parte delle quali passate dormendo. Nel periodo della riproduzione il tempo rimanente lo passa ad accoppiarsi.

Per digerire le foglie, l’apparato digerente del koala dispone di un fegato capace di disattivarne le tossine e di un intestino adatto a trarre quanto più nutrimento dalla poverissima dieta, anche grazie ad un tratto, il cieco, che in questi animali è inusualmente ampio.

Agli eucalipti essi devono il loro caratteristico profumo balsamico. Gli oli essenziali che si trovano su tali alberi ne impregnano il morbido pelo, fungendo da protezione contro i parassiti”.