Villadossola (Verbania), la FOTO del primo orso avvistato in Piemonte dopo 20 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Giugno 2020 12:21 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2020 12:31
foto primo orso avvistato piemonte

Villadossola (Verbania), il primo orso avvistato in Piemonte dopo 20 anni (foto Polizia Provinciale)

ROMA – A Villadossola in provincia di Verbania, dopo 20 anni è stato avvistato di nuovo un orso sull’arco alpino piemontese. 

La notte tra il 9 e 10 giugno, un orso ha danneggiato alcune arnie sulle rive del fiume Toce, in località Campone, tra Ornavasso e Mergozzo, nella Bassa Ossola.

L’orso ha lasciato anche diverse impronte sul posto. La Polizia provinciale ha scoperto che si tratta  dell’orso M29 che già aveva causato danni all’Alpe Sogno sopra Villadossola nel mese di maggio. 

Una foto scattata dalla Polizia provinciale documenta il fatto eccezionale mostrando l’orso che entra nell’azienda agricola in cui sono presenti le arnie.

La foto documenta l’orso che può raggiungere fino ai 300 chili di peso. L’animale entre e si avvicina alle cassette delle api. Improvvisamente viene spaventato dalla luce e torna di corsa verso il bosco.

La mattina dopo gli addetti dell’azienda troveranno l’arnia per terra.

Orso in Piemonte, le foto-trappole della Polizia provinciale

L’animale ribattezzato M29, a maggio era già entrato nell’azienda agricola sempre con lo scopo di prendere il miele nelle arnie.

M29 è il primo orso avvistato in Piemonte da quando si è cominciato un progetto di ripopolazione, nel Trentino, nel 1999.

Riccardo Maccagno è il comandante della polizia provinciale del Verbano Cusio Ossola. A Piemonte parchi ha raccontato cosa si vede nelle foto-trappole. L’orso ha fatto una bella scorpacciata di miele:

“ha rovesciato e distrutto sei arnie per tirarlo fuori, poi ha lasciato le sue belle zampate su alcuni telaietti di cera che ha pestato nell’andirivieni”.

Non c’è stato bisogno di altro, c’è stata subito la certezza che era proprio una bricconata da orso”.

All’orso sono state fatte due foto a infrarossi. A questo punto gli agenti hanno piazzato altre foto-trappole in modo da ottenere altre immagini con una risoluzione migliore.

I proprietari dell’azienda agricola sono persone attente all’ambiente e sembrano quindi aver preso bene l’incursione dell’orso.

Il comandante della Polizia provinciale ha però scritto una lettera alla Regione Piemonte per proporre di valutare un risarcimento alle realtà danneggiate dagli orsi.

In questo modo si potrebbero evitare conflitti contribuendo alla salvaguardia di questa specie.

Orso torna in Piemonte dopo 20 anni

In passato, gli orsi bruni erano diffusi sull’intero arco alpino. L’azione dell’uomo aveva però ridotto la loro presenza.

Da qui la volontà di ripopolazione deciso dal Parco Adamello Brenta, la Provincia autonoma di Trento e l’Istituto nazionale della fauna selvatica.

Il tutto reso possibile da un finanziamento dell’Unione Europea.

Gli orsi hanno avuto i loro cuccioli e a vent’anni di distanza il loro numero è salito a sessanta.

Nessuno prima dello scorso maggio avrebbe però pensato di poterli avvistare in Piemonte (fonte: Ansa, Verbano News, Corriere della Sera).

arnie miele verbania

Villadossola (Verbania), la FOTO del primo orso avvistato in Piemonte dopo 20 anni (foto Ansa)