YOUTUBE Australia, strage di balene: 150 cetacei spiaggiati a Hamelin Bay

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 marzo 2018 12:05 | Ultimo aggiornamento: 23 marzo 2018 12:05
Nuova strage di balene spiaggiate in Australia

Le balene spiaggiate in Australia

SYDNEY – Nuova strage di cetacei in Australia: un gruppo di oltre 150 balene pilota è stato ritrovato su una spiaggia nella parte occidentale del Paese.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

Le autorità stanno lavorando per salvare i quindici esemplari sopravvissuti. Il gruppo di animali, per lo più balene pilota a pinna corta (globicefali), si è spiaggiato ad Hamelin Bay, a 315 chilometri a sud di Perth, e ha fatto sì che tutte le spiagge della zona fossero chiuse per timore dell’arrivo di squali attirati dalle carcasse.

“Sfortunatamente, ha spiegato Jeremy Chick del dipartimento di biodiversità, conservazione e attrazioni australiano, la maggior parte delle balene pilota si sono arenate sulla terraferma durante la notte e non sono sopravvissute. La possibilità di salvare la maggior parte dei cetacei, dipenderà dalla resistenza di ciascun animale, ma anche dalle condizioni atmosferiche, vento e forza del flusso marittimo”.

Le balene sopravvissute erano in acque poco profonde e le autorità hanno deciso di portarle su fondali più bassi. “Le operazioni di soccorso saranno ostacolate dal peggioramento delle condizioni meteorologiche e dobbiamo garantire la sicurezza di tutte le persone coinvolte prima di spostare gli animali”, ha aggiunto Chick.

Le carcasse sono state rimosse dalla spiaggia e le autorità per la fauna selvatica stanno prelevando campioni di Dna nel tentativo di raccogliere indizi sul motivo per cui i cetacei si erano arenati.

Ad avvistare gli animali spiaggiati è stato un pescatore alle prime ore di venerdì 23 marzo. Non è ancora chiaro perché le balene pilota si siano spiaggiate in massa.

La ricercatrice alla Curtin University di Sydney Rebecca Wellard ha spiegato che questi fenomeni quasi regolarmente coinvolgono specie oceaniche di cetacei, balene, delfini e focene, e che i globicefali con pinne lunghe e pinne corte sono le vittime più frequenti per via della “loro natura altamente sociale e dei forti legami familiari: dove e quando una balena si blocca, gli altri tendono a seguirla”.

Nel 2009 oltre 80 cetacei sono morti in uno spiaggiamento di massa a Hamelin Bay, ma l’episodio più drammatico  in Australia risale al 1996 a Dunsborough, quando 320 animali si sono arenati.

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other