Napoli, pizza con acqua di mare al posto del sale. Invenzione di Guglielmo Vuolo

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Giugno 2015 14:28 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2015 14:28
Napoli, pizza con acqua di mare al posto del sale. Invenzione di Guglielmo Vuolo

Guglielmo Vuolo e la sua pizza fatta con l’acqua di mare (Foto Ansa)

NAPOLI – Una pizza più saporita e pure più salutare, fatta con l’acqua di mare al posto del sale. Se la sono inventata a Napoli, dove il maestro pizzaiuolo Guglielmo Vuolo della pizzeria Eccellenze Campane, dopo mesi di sperimentazioni, serve oggi solo pizze realizzate col suo impasto rivoluzionario a base di acqua di mare. Ne ha già sfornate cinquemila e i clienti sembrano gradire.

La tecnica è complessa e richiede una lunghissima lievitazione (oltre 20 ore), a temperatura ambiente, perché l’assenza totale di sale e di cloruro di sodio crea problemi alla preparazione dell’impasto. Problemi che però Vuolo è riuscito a superare “creando una pizza più leggera, soffice, digeribile, attenta al benessere e al piacere del palato, consentendo la scoperta dei gusti autentici degli ingredienti”.

Occhio però agli esperimenti fai da te. L’acqua del mare non è certo quella che si può raccogliere lungo la costa, ma un prodotto microbiologicamente puro a uso alimentare, ottenuto dopo una lunghissima sperimentazione sulla base di un protocollo d’intesa siglato con il Cnr il 9 maggio 2012.