Pasqua con la ‘quinoa’: buona, nutriente, senza glutine e pure kosher

Pubblicato il 18 Aprile 2011 12:16 | Ultimo aggiornamento: 18 Aprile 2011 12:20

ROMA –  Un pranzo di Pasqua originale ma allo stesso tempo all’insegna della tradizione? Basta scegliere la quinoa, cereale coltivato da oltre 5mila anni sugli altipiani pietrosi delle Ande, tra 3800 e 4200 metri.

La quinoa, scrive il New York Times, sta riscuotendo un grande successo tra i salutisti, soprattutto negli Stati Uniti. Contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro e zinco, ma anche proteine vegetali e grassi in prevalenza insaturi, cioè quelli che fanno bene. La quinoa, inoltre, è completamente priva di glutine, e quindi particolarmente adatta per i celiaci.

Dopo millenni di pane azzimo e patate, negli ultimi decenni anche gli ebrei osservanti hanno iniziato ad utilizzare la quinoa per cambiare il pranzo pasquale. Questo perché la quinoa sarebbe anche kosher, cioè pura secondo le leggi giudaiche.

Ma il dibattito sulla purezza o meno della quinoa è acceso tra i rabbini. Al Pomegranate, una grande drogheria kosher nella zona ortodossa Midwood, a Brooklyn, sono molti i dubbi dei consumatori.

5 x 1000

Sulla quinoa ci sono due visioni contrapposte: alcuni rabbini sostengono che vada bene, altri la guardano con sospetto. Ma tutti sono concordi nel ritenere che lo sua conformità alla legge giudaica nel pranzo pasquale dipenda  da come il cereale è stato raccolto e trasportato. La risposta definitiva quindi, scrive il New York Times, non arriverà finché un rabbino non andrà in Bolivia a controllare le operazioni di raccolta e trasporto della quinoa. Ma per arrivarci ci vorranno quattro giorni di cammino sulle montagne, e certo la cosa non sembra facilmente attuabile.

La quinoa era sconosciuta al Medio Oriente ai tempi dell’esodo degli ebrei dall’Egitto raccontata nella Bibbia: in quell’occasione, non avendo il tempo per attendere la lievitazione del pane, crearono per la prima volta il pane azzimo. E benché non facesse quindi parte della loro dieta, non è neppure iscritta nella lista dei cereali proibiti durante il pranzo di Pasqua. Per questo motivo la Star-K of Baltimore, una delle compagnie leader nella certificazione kashrut, dal 1977 sostiene che la quinoa sia kosher per la Pasqua ebraica.