50 sfumature di grigio, i libri positivi a herpes e cocaina

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 19 Novembre 2013 10:55 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2013 10:55
50 sfumature

50 sfumature di grigio

ROMA – Sui libri di “50 sfumature di grigio” ci sono tracce di herpes e cocaina. Proprio così. Un professore belga, il tossicologo Jan Tytgat, ha preso in prestito i libri più famosi del momento, da una biblioteca di Anversa e li ha sottoposti ad un test, per rilevare microbi, batteri e altre sostanze.

L’uomo ha scoperto tracce di cocaina sulla maggior parte dei libri analizzati – scrive il Daily Mail – e su “50 sfumature di grigio”, c’era persino il virus dell’herpes. Intervistato da Flanders News, il tossicologo ha precisato che il livello di cocaina riscontrato nei libri, non può far sentire il lettore in preda all’effetto di quella droga, ma può farlo risultare positivo al test antidroga.

Anche le tracce del virus dell’herpes presenti in “50 sfumature di grigio” sono talmente lievi da non causare alcun danno al lettore.

“I livelli riscontrati non possono avere effetti farmacologici. La vostra coscienza o il vostro comportamento, non cambieranno leggendo questo libro. Le tracce erano minime e non rappresentano un rischio per la salute. È impossibile che una persona contragga l’herpes toccando il libro”.