Beatrice chi è: Beatrice Portinari, morte, età, Divina Commedia, Vita Nova, esilio di Dante Alighieri, tutto sulla musa ispiratrice di Dante Alighieri

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Marzo 2021 10:49 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2021 10:49
Beatrice Portinari chi è: esilio di Dante Alighieri, morte, età, Divina Commedia, Vita Nova, tutto sulla musa ispiratrice Dante Alighieri

Beatrice Portinari chi è: esilio di Dante Alighieri, morte, età, Divina Commedia, Vita Nova, tutto sulla musa ispiratrice di Dante Alighieri (foto Ansa)

Beatrice Portinari chi è: esilio di Dante Alighieri, morte, età, Divina Commedia, Vita Nova, tutto sulla musa ispiratrice di Dante Alighieri. La Portinari è, secondo alcuni critici letterari, la donna che Dante trasfigura nel personaggio di Beatrice, musa e ispiratrice del poeta.

Morì a ventiquattro anni, causando in Dante una profonda crisi. Ma andiamo con ordine…

Beatrice Portinari, chi è: padre, città di residenza e rari documenti sulla sua vita

I documenti certi sulla sua vita sono sempre stati molto scarsi, arrivando a far persino dubitare della sua reale esistenza. L’unico che si conoscesse fino a poco tempo fa era il testamento di Folco Portinari datato 1287. Vi si legge: 

…item d. Bici filie sue et uxori d. Simonis del Bardis reliquite […], lib.50 ad floren” , cioè si parla di un lascito in denaro alla figlia Bice maritata a Simone de’ Bardi.

Folco Portinari era stato un banchiere molto ricco e in vista nella sua città, nato a Portico di Romagna. Trasferitosi a Firenze, viveva in una casa vicina a Dante ed ebbe sei figlie. Folco ebbe il merito di fondare quello che tutt’oggi è il principale ospedale nel centro cittadino, l’ospedale di Santa Maria Nuova.

Beatrice Portinari chi è: data di nascita e data di morte ricavabile dalla Vita Nova di Dante Alighieri

La data di nascita di Beatrice è stata ricavata per analogia con quella presunta di Dante (coetanea o di un anno più piccola del poeta, che si crede nato nel 1265); la data di morte è ricavata dalla Vita Nova di Dante stesso e forse non è altro che una data simbolica. Come spiega Wikipedia, anche molte delle notizie biografiche provengono unicamente dalla Vita Nova, come l’unico incontro con Dante, il saluto, il fatto che i due non si scambiarono mai parola, ecc.

Beatrice Portinari chi è: morte e causa del decesso

Beatrice, figlia di un banchiere, si era imparentata con un’altra famiglia di grandi banchieri, i Bardi, andando in sposa ancora giovanissima, appena adolescente, a Simone, detto Mone. Importante il ritrovamento di nuovi documenti nell’archivio Bardi su Beatrice e suo marito da parte dello studioso Domenico Savini.

Come ricorda Wikipedia, tra questi un atto notarile del 1280, dove Mone de’ Bardi cede alcuni terreni a suo fratello Cecchino con il beneplacito della moglie Bice, che all’epoca doveva avere circa quindici anni. Un secondo documento del 1313, quando cioè Beatrice doveva essere già morta, cita il matrimonio tra una figlia di Simone, Francesca, e Francesco di Pierozzo Strozzi per intercessione dello zio Cecchino, ma non è specificato se la madre fosse stata Beatrice o la seconda moglie di Simone, Bilia (Sibilla) di Puccio Deciaioli.

Altri figli conosciuti di Simone sono Bartolo e Gemma, la quale venne maritata a un Baroncelli.

Un’ipotesi plausibile è che Beatrice sia morta così giovane – ad appena 24 anni –  forse a causa del parto del suo primo e unico figlio.

Beatrice Portinari chi è: esilio di Dante Alighieri 

Dante in esilio ha vissuto per vent’anni. Bandito da Firenze per la sua attività politica tra i Guelfi Bianchi, quando presero il potere i Neri, nell’autunno del 1301, egli fu condannato al pagamento di una multa e alla requisizione dei beni. Non essendosi presentato, la condanna divenne a morte.