Bibbia antica del 1600 usata come… carta igienica

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 gennaio 2018 6:50 | Ultimo aggiornamento: 8 gennaio 2018 23:01
bibbia-antica

Bibbia antica del 1600 usata come… carta igienica

LONDRA – Nel Galles è stata trovata una Bibbia di 400 anni rilegata in cuoio, sopravvissuta all’invasione francese e al fuoco, che sarebbe stata usata dagli invasori come carta igienica. La Bibbia, che risale al 1620, è rimasta nascosta per quattro secoli ed è sopravvissuta all’ultima invasione del 1797, ed ora andrà in mostra alla National Library of Wales.

Il prezioso volume aveva già 200 anni quando gli invasori, durante il regno di Giorgio III, sbarcarono sulle rive di Llanwnda, nel Pembrokeshire, Galles occidentale, razziando gli edifici e appiccando incendi.

L’esercito di 1.400 soldati francesi e irlandesi distrusse i banchi della chiesa di San Gwyndaf a Llanwnda e usò le pagine della Bibbia per accendere un fuoco. Il testo di Llanwnda fu poi abbandonato fino a quando fu ritrovato negli anni ’90.

Il vicario della chiesa, reverendo Sarah Geach, ha dichiarato: “La storia racconta che il libro è stato riscoperto sul retro della chiesa negli anni ’90 e nessuno si è reso conto di cosa si trattasse”.

La parrocchia realizzò un armadietto in cui conservare il testo, ma non fu in grado di conservare la Bibbia in condizioni ottimali e l’antico volume iniziò a deteriorarsi.

Due anni fa la Bibbia è stata consegnata ai conservatori dell’Università del Galles Trinity St David’s, a Lampeter, nel Galles occidentale, e collocata in una stanza speciale e il mese prossimo sarà trasferita alla National Library of Wales di Aberystwyth.

Il docente in pensione, John Morgan-Guy, ha dichiarato: “Ciò che la rende unica è la sua associazione all’ultima invasione sul suolo britannico. Un’esame attento ha fatto ritenere che i soldati abbiano strappato con forza le pagine del volume rilegato con il legno e una solida corda, e utilizzate per accendere un fuoco all’esterno in modo da poter cucinare e riscaldarsi ma “ahimè, alcuni fogli sono stati usati dai soldati per scopi ancor più basilari”.