Come sopravvivere nel mondo degli zombie? C’è un manuale…

a cura di Mario Tafuri
Pubblicato il 15 Settembre 2015 7:24 | Ultimo aggiornamento: 14 Settembre 2015 21:47
Come sopravvivere nel mondo degli zombie? C'è un manuale...

La copertina di Alba Zeta, manuale di sopravvivenza in era zombie scritto dalle sorelle Barbara e MAria Teresa De Carolis

ROMA – “Alba Zeta – Letteratura, cinema e curiosità per sopravvivere all’apocalisse zombie” è il nuovo libro, scritto per l’on line e affidato alla distribuzione di Amazon, scritto dalle sorelle Barbara de Carolis e Maria Teresa de Carolis. Il prezzo del download è 1,99 euro.
Un anno fa Barbara e Maria Teresa de Carolis avevano affidato alla stampa virtuale un altro libro, Sleep Machine (fantascienza che oggi è disponibile al prezzo di 0,99 euro.
La “sinossi” del libro proposta da Amazon lo presenta così:

“Se un giorno il mondo soccombesse a causa di un virus inarrestabile, ogni umano dovrebbe cercare il modo di sopravvivere. Alcuni umani crollerebbero sotto il peso di un’ecatombe senza ritorno, altri diverrebbero dei predatori insaziabili, altri ancora si dovrebbero nascondere per sopravvivere nella disperazione più nera.
L’apocalisse dei non morti è una possibilità, gli zombie potrebbero un giorno diventare reali. Questo saggio è un piccolo viaggio tra le storie che nei secoli hanno accompagnato il reale, colorandolo di angosciose presenze.
Gli zombie nella letteratura, nel cinema e nelle leggende di tante culture popolano da sempre le paure di ognuno, affascinano e sorprendono nell’oscura possibilità di un’apocalisse”.

Questi i giudizi riportati da Amazon scritti dai primi lettori:

“Un più che gradevole viaggio sull’universo degli zombi, affronta con il giusto approfondimento tutti gli ambiti dove gli zombie hanno invaso il nostro immaginario, dalla letteratura ai film, dai fumetti ai videogiochi, un saggio scorrevole e piacevole”.

“Lavoro molto interessante sia per un appassionato che per un novizio.
Brave”.

“Saggio ben scritto; lettura interessante soprattutto per chi vuole approfondire la materia da neofita. Magari qualche approfondimento sarebbe stato interessante (perché no qualche intervista a scrittori di zombi italiani?), ma nello stesso tempo non ci si può aspettare una ricerca enciclopedica e certosina da un libro che costa meno di un fumetto. C’è qualche mancanza nella bibliografia italiana, per esempio manca l’ottimo romanzo di Claudio Vergnani “I vivi i morti e gli altri”; oppure fra i videogiochi manca Dead Trigger (che è già alla seconda versione) e mancano poi i film di Francesco Picone (mi pare, magari non sono capolavori, però è uno che si da da fare) e E.N.D. di Domiziano Cristopharo e pure fra i telefilm Z nation. Poi la bibliografia americana è molto sprovvista… ci sono tantissimi libri usciti sugli zombi che non sono stati citati, anche se mi rendo conto, ripeto, che per 1.99 non posso aspettarmi la bibbia”.