Edizioni Anordest sotto sorveglianza: scrittore arabo minacciato dagli integralisti

Pubblicato il 8 Febbraio 2012 21:54 | Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2012 21:57

TREVISO – La casa editrice trevigiana ''Edizioni Anordest'' e' sottoposta a regime di sorveglianza da parte della polizia. La decisione e' stata presa nel corso di un comitato provinciale per la sicurezza dopo il ritrovamento in ambienti islamici milanese di un volantino, in arabo e italiano, a firma di un ayatollah iraniano che propone la condanna di Attar Farid al-Shahid e del suo libro ''I fiori del giardino di Allah'', pubblicato dalla stessa azienda.

Secondo quanto reso noto dalla casa editrice, il motivo delle minacce sarebbe legato al fatto che nel libro ''l'intera storia islamica viene ripercorsa, nonostante l'ineccepibile correttezza del quadro storico, sotto la sferzante lente dell'ironia''.