Fréderic Martél e il libro sulla lobby gay in Vaticano: “Otto preti su 10 sono omosessuali”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 febbraio 2019 6:25 | Ultimo aggiornamento: 14 febbraio 2019 0:30
Fréderic Martél

Fréderic Martél e il libro sulla lobby gay in Vaticano: “Otto preti su 10 sono omosessuali”

ROMA – Nella Chiesa cattolica si nasconderebbe la più “grande comunità gay nel mondo”, l’80% dei preti sarebbe omosessuale: è quanto scrive il giornalista Fréderic Martél, nel libro “Sodoma” in uscita la prossima settimana. 

Il titolo dell’opera di 570 pagine è esplicativo e secondo quanto scrive il Daily Mail, l’autore afferma che su 5 preti, quattro sono gay ma non necessariamente attivi sessualmente. 

Frederic Martel, sociologo e giornalista francese, nell’arco di quattro anni ha realizzato 1.500 interviste e scoperto che alcuni sacerdoti hanno mantenuto relazioni discrete di lunga durata mentre altri hanno vissuto una doppia vita praticando sesso occasionale con partner gay e prostituti.

L’autore, ex consigliere del governo francese, apertamente gay, sostiene che il defunto cardinale colombiano Alfonso López Trujillo, che ricopriva ruoli di alto livello in Vaticano, era un difensore degli insegnamenti della chiesa sull’omosessualità e la contraccezione ma praticava sesso con le prostitute, secondo quanto riporta il sito web cattolico britannico The Tablet.

LEGGI ANCHE: “Vaticano, paradiso per gay”: ex guardia svizzera racconta avance dei prelati…

L’editore britannico Bloomsbury, sostiene che il libro è un “incredibile racconto di corruzione e ipocrisia nel cuore del Vaticano”, “svela segreti” sul celibato, la misoginia e le trame contro papa Francesco”.

Ma i detrattori del libro hanno affermato che “non è sempre facile capire quando Martel descrive la realtà, le voci, testimonianze oculari o dicerie”, sempre secondo The Tablet.

Martel sostiene che ai fini di ricerca per il libro, ha parlato con 41 cardinali, 52 vescovi e monsignori, 45 ambasciatori papali o funzionari diplomatici, 11 guardie svizzere e oltre 200 preti e seminaristi; ha trascorso circa 200 settimane alloggiando in residenze all’interno del Vaticano a Roma, come riportato da TheTablet.

Anche se il libro non confonde l’omosessualità con gli abusi sessuali nella chiesa su minori, Martel afferma che i preti gay non vogliono segnalare gli abusi sui bambini nel caso venga allo scoperto la loro omosessualità, secondo fonti a conoscenza del testo.