Giulio Savelli è morto: l’editore di “Porci con le ali” e “La strage di Stato” aveva 78 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Maggio 2020 8:37 | Ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2020 9:42
Giulio Savelli è morto: l'editore di "Porci con le ali" e "La strage di Stato" aveva 78 anni

Giulio Savelli è morto: l’editore di “Porci con le ali” e “La strage di Stato” aveva 78 anni

ROMA – Si è spento all’età di 78 anni Giulio Savelli, protagonista dell’editoria italiana che negli anni Sessanta e Settanta ha rappresentato la “nuova sinistra” con titoli sempre originali e d’avanguardia.

Tra i 1.200 libri pubblicati dalla sua casa editrice si ricordano “La strage di Stato” (1970), controinchiesta che svelò la pista nera sulla strage di piazza Fontana del 12 dicembre 1969, e “Porci con le ali”, romanzo scritto nel 1976 da Marco Lombardo Radice e Lidia Ravera, con gli pseudonimi di Rocco e Antonia (i nomi dei due protagonisti).

L’opera fece scandalo per il linguaggio triviale e il contenuto senza veli nonché per la copertina esplicita disegnata da Pablo Echaurren.

Ma fu anche promotore di critica letteraria ed estetica di rilievo, con il noto saggio “Scrittori e popolo” di Alberto Asor Rosa (1964).

Già con “La strage di stato”, la casa editrice si affermò come punto di riferimento per la sinistra extraparlamentare.

I rapporti di Savelli con il Pci, non furono infatti sempre idilliaci e si interruppero bruscamente nel 1966 con la sua uscita dal partito, anche in seguito alle polemiche causate dalla sua rivista La Sinistra che in un fascicolo spiegava ai lettori come confezionare una bomba Molotov.

Savelli era nato a Roma il 27 settembre 1941 ed era sposato con la giornalista Pialuisa Bianco. La sua casa editrice chiuse nel 1982.