Gwyneth Paltrow in ricordo del papà Bruce: in cucina meglio che sul set

Pubblicato il 12 luglio 2010 18:29 | Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2010 18:29

Gwyneth Paltrow per Vogue

Investi in ciò che è reale. Pulisci prima di andartene. Bevi mentre cucini. Rendilo divertente. Non complicarti la vita. Sarà quel che sarà. Queste solo alcune delle massime che il regista Bruce Paltrow ha lasciato in eredità alla sua amata figlioletta, premio Oscar e bellissima Gwyneth, prima di morire nel 2002. Ma fra le tante passioni trasmesse c’è anche quella per la cucina, così l’attrice ha raccolto i suggerimenti culinari di suo padre e li ha racchiusi nel libro “My Father’s Daughter”.

«Quando sono in cucina – racconta la Paltrow in un’intervista per il numero di agosto dell’edizione americana di ‘Vogue’ – mi sento sempre vicinissima a mio padre, che è stato l’amore della mia vita fino alla sua morte. Posso ancora sentirlo sulle mie spalle, che mi punzecchia, che mi dice di fare attenzione col coltello, che mugola di piacere mentre dà un morso a qualcosa».

L’attrice ha ritrovato se stessa dopo essersi presa una lunga pausa dai set cinematografici per dedicarsi alla famiglia, dedicandosi al marito Chris Martin, leader dei Coldplay, e ai loro due bambini. Sostiene di trovarsi più a suo agio fra i fornelli che sul set. Il giudice Chef Jeffrey Steingarten, che è andato a casa sua a mangiare tutti i suoi piatti prelibati, l’ha descritta come “The most perfect person in the world”. Pancia piatta, ma belle rotondità intorno.