Internet/ Amazon cancella George Orwell dalla libreria digitale: “I diritti erano illegali”

Pubblicato il 20 Luglio 2009 14:11 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2009 14:11

Come in “1984” c’è un occhio superiore che vigila sulle sorti degli utenti e soprattutto decide per loro. Per la legge del contrappasso, ma stavolta letterario, si apre la polemica tra Amazon e George Orwell. A pagarne le spese, però sono gli utenti, dato che il distributore di libri on line ha ritirato dal mercato i testi dello scrittore.

Al centro una diatriba tra letteratura e e-book: la società che si occupa di fornire la versione digitale dei libri non era titolare dei diritti di alcuni testi. Le versioni digitali di “1984” e della “Fattoria degli animali” distribuite tramite la rete senza fili in Cdma di Sprint ai possessori di Kindle erano illegali secondo Amazon.

Una spiegazione che però non ha convinto gli affezionati che si sono sentiti derubati del loro patrimonio: «È come se qualcuno si fosse intrufolato in casa nostra nel bel mezzo della notte e avesse portato via qualche libro che stavamo leggendo». E intanto affilano le armi.