Libri, "La segretaria dello scrittore": 5 mesi con Oriana Fallaci

Pubblicato il 10 giugno 2011 18:54 | Ultimo aggiornamento: 10 giugno 2011 18:54

MILANO, 10 GIU – Per una casualita', Elena Attala-Perazzini, a 29 anni trova lavoro come 'personal assistant' a New York della ''Signora'', di ''Lei'', il suo mito: la scrittrice Oriana Fallaci. Un'esperienza che dura 5 mesi tra alti e bassi, e che prende corpo nel libro 'La segretaria dello ''scrittore''' (ed. Barbera), da poco uscito in Italia.

''E' stata una casualita' – racconta all'ANSA l'autrice, a Milano per presentare il romanzo -. Avevo letto i suoi libri ed articoli, ma non avevo idea di come potesse essere come persona''. Lo scopre subito: ''Aveva amici e parenti – racconta – ma aveva scelto la solitudine, 'una solitudine conquistata' diceva. Era prepotente, despota;una personalita' forte, a volte schiacciante, ma istrionica''. Ed erano proprio le poche volte ''che si trasformava'' e che invitava Elena a casa sua, ''la casa delle sorprese'', nel ''Suo studio'', dove le parlava dei suoi viaggi, del coraggio, della paura, dell'amore, della scrittura, che ha permesso alla giovane di continuare a lavorare per lei 5 mesi e non pochi giorni o poche settimane come era successo a chi l'aveva preceduta. ''Non mi immaginavo che mi avrebbe mai concesso tale confidenza – dice -. Si trasformava nei modi di fare, nei toni, che sembravano persino materni. Il suo – ammette pero' – era un bisogno di compagnia e di sfogo, di vedere un essere umano''.

Il rapporto finisce bruscamente con una telefonata in cui la Fallaci le ricorda di ''essere la sua segretaria'' e non la sua 'personal assistant', titolo con cui si presentava Elena Attala-Perazzini e che era riportato sugli assegni settimanali. ''Sei una ragazza… – e' scritto nel libro – una ragazza qualsiasi che mi da' una mano''. ''Mi sono sentita umiliata – dice l'autrice – ma anche liberata: non avrei piu' dovuto reprimermi. Ma avrei potuto essere me stessa''. Con le sue aspirazioni di scrittrice (questo e' il suo secondo libro pubblicato da Barbera e un terzo e' quasi ultimato) e di sposarsi con il suo fidanzato, che in quei mesi l'aveva lasciata. ''Subito dopo il licenziamento – dice l'autrice – mi sono successe cose belle. Penso che oltre ad avermi reso piu' decisionista, mi abbia anche portato fortuna!''.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other