Premio Strega 2012: Piperno, Carofiglio e Parrella probabili candidati

Pubblicato il 17 Febbraio 2012 13:31 | Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio 2012 13:44

Lo scrittore Mario Desiati con la cinquina del premio Strega 2011 (Lapresse)

ROMA, 17 FEB – Nell’anno in cui cambia lo statuto del Premio Strega e raddoppiano i lettori forti, che passano da 30 a 60, c’è fibrillazione per la presentazione delle candidature, entro l’11 aprile, all’edizione 2012 del più prestigioso riconoscimento letterario italiano.

Entro la prima metà di marzo si sapranno i nomi dei nuovi Amici della Domenica – che dovrebbero essere circa una decina – come vengono chiamati i votanti della giuria del premio, che da quest’anno verrà aggiornata con cadenza annuale. I gruppi editoriali più grossi tengono le bocche cucite ma, a meno di due mesi dalla presentazione delle candidature, cominciano a circolare le prime indiscrezioni sui probabili nomi.

Così Mondadori punterebbe su Alessandro Piperno e il suo nuovo romanzo Il fuoco amico dei ricordi; Rizzoli su Gianrico Carofiglio con Il silenzio dell’onda e Bompiani, che fa parte del gruppo Rcs e ha vinto la scorsa edizione con Storia della mia gente di Edoardo Nesi, pare al momento non abbia intenzione di concorrere al premio.

Mentre Feltrinelli, che l’anno scorso non ha partecipato alla gara, punterebbe sul giovane Paolo Di Paolo con Dove eravate tutti e Ponte alle Grazie su Emanuele Trevi di cui è in uscita Qualcosa di scritto.

Grande incertezza sul candidato Einaudi che facendo parte del Gruppo Mondadori potrebbe ostacolare nella spartizione dei voti il nome su cui punta la casa editrice di Segrate o viceversa. Fra gli autori che sono circolati per lo Struzzo pare comunque ci sia Valeria Parrella con Lettera di dimissioni. Sicuri, anche se non ancora ufficializzati, invece i nomi di Giorgio Manacorda, che ha esordito nella narrativa con il romanzo Il corridoio di legno, su cui punta molto la casa editrice Voland alla ricerca però dei due Amici della Domenica che lo presenteranno.

Scelto il candidato bisogna infatti trovare chi lo presenterà e la ricerca per le case editrici, soprattutto le medio-piccole, non è facile.

Certo anche l’autore di Gremese: il piemontese Amos Mattio, 38 anni, conosciuto come poeta, del quale in marzo esce il primo romanzo Luna di notte e di Fandango che schiera Gaia Manzini con La scomparsa di Lauren Armstrong. E quasi certo anche l’orientamento di Newton Compton che punta su La colpa di Lorenza Ghinelli mentre Fazi editore, che secondo alcune indiscrezioni pare volesse puntare su L’albero del mondo di Mauro Mazza, non ha ancora preso alcuna decisione e potrebbe anche non partecipare alla gara.

Come l’anno scorso, anche quest’anno non ci sarà Sellerio e anche E/O non sembra orientata a partecipare.

I candidati alla cinquina, che come ogni anno non dovranno essere più di dodici, verranno presentati ufficialmente il 26 aprile a Benevento. Il 13 giugno verrà scelta la cinquina e la serata finale con la proclamazione del vincitore sarà il 5 luglio al Ninfeo di Villa Giulia.