Rosellina Madeo, un libro illustrato per bambini contro i pregiudizi di genere

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Marzo 2019 19:36 | Ultimo aggiornamento: 8 Marzo 2019 19:36
Rosellina Madeo, un libro illustrato per bambini contro i pregiudizi di genere

xRosellina Madeo, un libro illustrato per bambini contro i pregiudizi di genere

ROMA – Un libro per aiutare i bambini a non cadere negli stereotipi di genere. Un albo illustrato che aiuti i bambini a crescere senza pregiudizi di genere. E’ questa l’idea a cui ha lavorato per tanto tempo Rosellina Madeo, già presidente del Consiglio comunale di Rossano Calabro e consigliera di parità della Provincia di Cosenza per il Ministero del lavoro e delle Pari opportunità . E che ha visto finalmente la luce con la pubblicazione del testo “Femmine e Maschi: diversi ma uguali”, edito da L’Eco dello Jonio (pp. 48, € 13,00). Un libro nato per i bambini e le bambine, che dovrà essere letto da loro e dalle loro maestre.

Un’opera che si pone l’obiettivo di frenare il dilagante reflusso politico e sociale che sta attanagliando la nostra società, come dimostrano episodi oggettivamente sconcertanti come quello del volantino leghista di Crotone, in cui si relegava la donna a “custode della vita e della famiglia” o, ancora peggio, alla sua “missione sociale per la sopravvivenza della nostra nazione”.

Ecco, lo scopo dell’albo è esattamente quello di rovesciare questo schema, evitando che i piccoli possano assorbire le istanze denigratorie nei confronti delle donne, che contraddistinguono troppo spesso molti aspetti vitali delle nostre comunità. “Mi ha spinto a scrivere – racconta l’autrice – il mio ruolo di madre, e non solo quello istituzionale e professionale. Sono madre di Gioia di 6 anni, non voglio che lei cresca in gabbie ideologiche e sociali”.

Illustrato da Chiara Fortina, il libro è un concentrato di colori e di messaggi positivi: seppure nel rispetto delle caratteristiche proprie (rosa per le bimbe, azzurro per i maschietti), le differenze di genere non devono essere mai un limite né un impedimento alla realizzazione di un sogno o di una propensione interiore. Per questo, il superamento dei pregiudizi avviene attraverso la conoscenza delle tappe più significative del lungo percorso delle donne in Italia nella conquista dei diritti civili che le hanno permesso di partecipare appieno alla vita sociale ed economica del Paese.

“Credo fermamente che la risoluzione dei problemi strutturali del nostro Paese (il deficit demografico, la mancanza di figure femminili nei luoghi decisionali e, non da ultimo, il preoccupante fenomeno della violenza sulle donne) passi attraverso l’educazione delle nuove generazioni al rispetto e alla valorizzazione delle differenze di genere”, dice ancora Rosellina Madeo.

Di qui l’esigenza di utilizzare libri, fumetti e testi scolastici che veicolino messaggi e indicazioni comportamentali che aiutino a svincolarsi dal retaggio storico-culturale che ha condizionato i ruoli e i rapporti tra i generi negli ultimi secoli e che, ancora, condizionano i bambini nel modo di comportarsi, giocare e sognare. Perché gli stereotipi di genere nascono esattamente quando i più piccoli stanno costruendo la loro identità. E poi, una volta nati, come dimostrano i passi indietro dei nostri anni, diventano difficilissimi da estirpare.