Timbuctù: gli antichi manoscritti sopravvissuti alla furia di Al Qaeda consultabili online

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 gennaio 2018 14:23 | Ultimo aggiornamento: 11 gennaio 2018 14:23
timbuctù-manoscritti

Timbuctù: gli antichi manoscritti sopravvissuti alla furia di Al Qaeda consultabili online

ROMA – Timbuctù: gli antichi manoscritti sopravvissuti alla furia di Al Qaeda consultabili online. Un genocidio culturale, una furia iconoclasta e settaria che non risparmiò mausolei, biblioteche, statue e manoscritti: nel 2012 la ferocia cieca degli integralisti di Al Qaeda si abbatté su Timbuctù, l’antichissima città del Mali. Quasi sei anni dopo i fasti di quella preziosa cultura tornano a rivivere sul web: grazie a un accordo tra Google e la Ong Savama gli antichi manoscritti –  trattati di teologia, matematica, filosofia, magia – saranno consultabili online.

Chi ha avuto un ruolo di primo piano nel salvare i manoscritti è stato Abdel Kader Haidara, il bibliotecario della città con Hawa Touré, direttore del Fondo Kati, la più grande biblioteca privata della città maliana. Entrambi sono riusciti a mettere in salvo gli antichi manoscritti custoditi mettendo in salvo centinaia di migliaia di documenti, all’incirca quattrocentomila, nascosti dentro pick up e sotto casse di frutta e verdura per superare i posti di blocco dei miliziani o in imbarcazioni lungo il fiume Niger. L’operazione salvataggio dei manoscritti di Timbuctù andò a buon fine, e oggi sono custoditi nella sede di Savama, a Bamako, la capitale. (Fanpage.it)

I libri, i manoscritti, rappresentano una straordinaria eredità di una città che fu simbolo di dialogo e accoglienza, un ponte tra le culture africane autoctone e il messaggio transnazionale dell’Islam.

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other