Ads, diffusione giornali: da marzo 2013 i dati delle copie scaricate su tablet e pc

Pubblicato il 4 Dicembre 2012 19:28 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2012 19:28
Ads, diffusione giornali: da marzo 2013 i dati delle copie scaricate su tablet e pc

Ads, diffusione giornali: da marzo 2013 i dati delle copie scaricate su tablet e pc

ROMA – Non solo i giornali venduti in edicola, ma anche quelli scaricati sui tablet, sui cellulari o sui computer fissi e portatili entreranno nelle rilevazioni di Ads, Accertamenti diffusione stampa, alle quali fanno riferimento sia gli editori che gli investitori pubblicitari (Leggi anche: Quante copie vendono realmente i primi 21 giornali italiani: la classifica). Da gennaio 2013 si inizierà a calcolare quante sono le copie digitali dei quotidiani italiani che ogni giorno vengono vendute online.

I primi dati verranno diffusi – insieme a quelli sulle copie cartacee – il 7 marzo 2013. Ci sono voluti almeno due anni perché si arrivasse finalmente a una rilevazione sulle copie digitali. L’accelerazione decisiva è avvenuta a marzo, quando Ads, che riunisce editori, investitori, agenzie e centri media, si è trasformata da associazione in srl, società a responsabilità limitata, e da quando il report sulle copie vendute è passato da annuale a mensile.

Spiega a Italia Oggi Lorenzo Sassoli de’ Bianchi, presidente dell’Upa, Utenti pubblicità associati: “Avremo una classificazione differente delle copie digitali a seconda di come sono vendute o comunque distribuite. Intanto il requisito base è che saranno contate solo le copie replica del cartaceo (versione pdf o sfogliabile) e che devono contenere la pubblicità”.