Agi presenta Dialogue, rivista sul mondo arabo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Maggio 2015 11:18 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2015 11:19
Agi presenta Dialogue, rivista sul mondo arabo

Agi presenta Dialogue, rivista sul mondo arabo

ROMA – Agi, ossia l’Agenzia Giornalistica Italia, rafforza la propria tradizionale attenzione verso il mondo arabo presentando la rivista Dialogue, con una grafica e un formato totalmente rinnovati. Pubblicata in arabo e in inglese a cadenza trimestrale, Dialogue si pone l’obiettivo di promuovere il dialogo tra l’Italia e il mondo arabo, due realtà solo apparentemente distanti, favorendo la conoscenza reciproca tra le culture con numerosi approfondimenti su geopolitica, economia, cultura e arte.

Il nuovo numero della rivista, “Da Milano a Dubai“, racconta in particolare la sfida lanciata da Expo Milano 2015, il grande evento internazionale che ha recentemente preso il via nella capitale lombarda e dove Agi è presente con una propria redazione dedicata. Il forte rapporto tra Italia e Medio Oriente, con un particolare focus sugli Emirati Arabi, rappresenta poi il fil rouge che attraversa le pagine della rivista. Dall’intervista a Dhaen Shahin, direttore del quotidiano al Bayan, che mostra come è cambiato il mondo dei media, a quella con l’ambasciatore italiano ad Abu Dhabi Giorgio Starace, passando, tra gli altri, per il prestigioso programma in “Gulf Entreprises Studies” dell’Università Ca’ Foscari e per l’intervista all’amministratore delegato di Alitalia Silvano Cassano dopo la fusione con Etihad. La rivista è disponibile da oggi anche sul portale Agi Arab – www.agiarab.com , sito d’informazione in lingua araba realizzato grazie al contributo del desk arabo di Agi e a partnership privilegiate con importanti quotidiani, emittenti e centri di ricerca araba.

Con la pubblicazione di Dialogue, Agi conferma il proprio ruolo di key player nei mercati internazionali della comunicazione e della produzione editoriale, rafforzando così la propria vocazione internazionale, testimoniata da una rete attiva di corrispondenti e partnership in oltre 50 paesi e news in 7 lingue.