Beatrice Lorenzin mamma, insulti ai suoi gemellini: “Gli sgorbi di una sgorbia”

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Giugno 2015 11:30 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2015 11:32
Beatrice Lorenzin mamma, insulti ai suoi gemellini: "Gli sgorbi di una sgorbia"

Beatrice Lorenzin mamma, insulti ai suoi gemellini: “Gli sgorbi di una sgorbia”

ROMA – “Gli sgorbi di una sgorbia”. E’ solo uno, e neppure il più cattivo, dei messaggi giunti all’indirizzo del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Così il mondo della rete ha salutato l’arrivo dei suoi due gemellini, Francesco e Lavinia, venuti al mondo domenica mattina.

Ad annunciare il lieto evento è stata la stessa mamma-ministro che dal suo account Twitter ha pubblicato una foto dei due piccolini: “Ecco Francesco e Lavinia. Mamma e papà felici ed emozionati”. Ma accanto ai tanti messaggi di congratulazioni è arrivata anche una pioggia di commenti pretestuosi e di cattivo gusto:

“Almeno a loro faccia prendere uno straccio di laurea”. E ancora: “La pacchia delle poltrone a chi non è qualificato dovrà finire, tanti laureati hanno diritto al tuo posto ANALFABETA”.

Altri sottolineano le difficoltà per molte donne di vedere realizzato il loro sogno di maternità, come quelle affette da endometriosi, un’infiammazione cronica della parete uterina che lo Stato non ha ancora riconosciuto come patologia invalidante:

“Congratulazioni – scrive qualcuno -ora che ha provato l’emozione di diventare mamma perché non prova a pensare alle donne che per colpa dell’endometriosi non potranno averli?? Perché non fa qualcosa per loro. Ci pensi signora ministra..loro hanno bisogno del suo aiuto…grazie”.

C’è infine chi critica la posizione dei gemellini che nella foto appaiono sdraiati a pancia in giù, posizione sconsigliata da tutti i medici perché considerata la maggiore causa di Sids (Sudden Infant Death Syndrome), tristemente nota come sindrome della morte in culla, ovvero la morte improvvisa di un neonato sano durante il sonno:

“Auguri per la nascita ma per favore scriva un comunicato ricordando l’importanza della prevenzione della SIDS e che i bimbi si tengono a pancia in su!!!!”.