“Bernacci e la fuga dal pallone dorato”. Franco Giubilei per La Stampa

Pubblicato il 31 Agosto 2010 12:08 | Ultimo aggiornamento: 31 Agosto 2010 12:08

Perchè il calciatore del Torino Marco Bernacci ha lasciato il calcio? Si è semplicemente stufato dello strano mondo del pallone, depressione, o cosa? Nell’articolo del giorno proposto da Blitzquotidiano, Franco Giubilei per La Stampa, cerca di rispondere a queste domande, facendo luce su quello che è diventato il caso calcistico del momento.

E se si fosse semplicemente stufato del mondo del calcio? Da quando Marco Bernacci, l’attaccante appena ingaggiato dal Toro, ha deciso di mollare squadra e carriera rinunciando allo stipendio, le voci sui motivi della sua decisione si sono sprecate: profonda crisi personale, depressione, mali più o meno oscuri sono le ipotesi che circolano con insistenza da giovedì scorso, il giorno in cui la società ha dato notizia dell’abbandono sul sito web. Anche perché in questi giorni il giocatore non ha voluto dare spiegazioni a nessuno se non agli amici più fidati, alla madre e a Simona, la fidanzata con cui sta per partire per la Costa Smeralda per una settimana al mare, lontano dal campionato e dai fischi. Dunque ci si continua a chiedere perché un ragazzo di 26 anni che solo l’anno scorso aveva segnato 15 gol con la maglia dell’Ascoli abbia dato un calcio, oltre che alla sua passione e al sogno di una vita, anche a un compenso di mezzo milione di euro. […]