Boldrini e la falsa sorella, la bimba musulmana di 8 anni data in sposa… Mezza Italia ci crede ancora

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 febbraio 2018 12:38 | Ultimo aggiornamento: 6 febbraio 2018 12:38
Metà italiani ci casa: fake news, dalla sorella della Boildrini alla bimba musulmana...

Boldrini e la falsa sorella, la bimba musulmana di 8 anni data in sposa… Mezza Italia ci crede ancora

ROMA – Più del 50% degli italiani ammette di essere caduto nel tranello delle fake news almeno una volta nell’arco dell’ultimo anno: lo afferma l’osservatorio di Findomestic, secondo cui il 13% confessa di aver abboccato a più di 5 notizie fasulle, e in media oltre il 40% non riconosce notizie inventate e già smascherate.

Tre italiani su 10, rivela l’indagine, continuano a credere che la presidente della Camera Laura Boldrini abbia una sorella che gestisce centinaia di coop che offrono assistenza ai migranti, mentre la bufala virale della bambina musulmana di 8 anni data in sposa a Padova a un uomo di 35 anni è ritenuta una notizia vera dal 63% del campione, e il 26% è convinto che Donald Trump abbia dichiarato che la Statua della Libertà incoraggia l’immigrazione.

I siti Internet sono considerati i mezzi di informazione più attendibili dal 29,4% degli italiani (con un picco del 36% nella fascia 18-24 anni), precedendo tv (26,5%), blog (18,1%), quotidiani (10,1%), coi social network (7,7%) reputati più veritieri delle radio (6,3%). Metà degli intervistati sono a favore di un ‘controllo’ che certifichi che cosa è vero e che cosa no, meglio se ad opera di un ente imparziale.

Fortunatamente, il 71,2%delle persone controlla se la notizia è riportata anche su altre fonti e il 66,6% valuta la fonte da cui proviene la notizia. Nonostante la situazione sia critica, circa il 40% si dice contrario all’introduzione di controlli, per evitare ogni tipo di censure. Mentre il 50% si esprime a favore di un «controllo esterno» (meglio se ad opera di un soggetto imparziale) che certifichi cosa è vero e cosa no. (Andrea Carugati, La Stampa)