Bryan Seely, l’ingegnere che ha hackerato l’Fbi (con Google Maps)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 febbraio 2014 12:12 | Ultimo aggiornamento: 28 febbraio 2014 12:12
(foto Gaker.com)

(foto Gaker.com)

ROMA – Si chiama Bryan Seely, ingegnere americano, ex marine, ma, soprattutto, quello che negli scorsi giorni è riuscito ad hackerare il sito dell’Fbi utilizzando soltanto un servizio gratuito online Google Maps.

Come? Seely ha creato un biglietto da visita fasullo, con indirizzi e immagini reali ma con il numero di telefono modificato. Poi, su Google Maps, ha sostituito i recapito telefonici della  Federal Bureau of Investigation di San Francisco e dell’Us Secret Service di Washington con i propri. E così è riuscito ad “intercettare” numerose chiamate.

“Chi riflette su quello che pubblica sulle mappe?” ha poi commentato Seely: “Ognuno – ha aggiunto l’ingengere – si fida implicitamente di Google ma ciò è molto pericoloso. Potrei creare un duplicato della Casa Bianca e intercettare una telefonata in entrata alla Casa Bianca. Potrei farlo per ogni senatore, ogni membro del Congresso, ogni sindaco, ogni governatore, ogni candidato Democratico eo Repubblicano, ogni ufficio”.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other