Guadagnare con il web è possibile: ecco i due metodi più comuni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 agosto 2018 13:30 | Ultimo aggiornamento: 2 agosto 2018 13:31

ROMA – Guadagnare con il web: un obiettivo che appartiene a numerosi imprenditori di oggi, realizzabile grazie agli enormi passi in avanti compiuti dal digitale in questi anni. Come ci conferma anche Aranzulla guadagnare sul web si può. Grazie alla rete è infatti possibile coronare questo sogno in molti modi, oggi però ci concentreremo su due strade: gli e-commerce e i blog. Una duplice forma di guadagno che non scorre su binari paralleli, ma su strategie potenzialmente integrabili fra loro. Chi intende lanciarsi in un business online, però, avrà prima bisogno di una connessione stabile, veloce ed economica. La connessione da installare potrà anche essere un abbonamento solo Internet, come quelli proposti da Linkem: un operatore telefonico che offre una buona velocità fino a 30 Mbps e senza linea fissa, oramai sostituibile grazie allo smartphone. Adesso è il momento di vedere qualche consiglio per iniziare a guadagnare con la rete.

Come guadagnare con un e-commerce

Gli e-commerce rappresentano una risorsa molto preziosa per chiunque: non solo per chi possiede già un negozio fisico od un’attività di vendita, ma anche per chi parte da zero. Andiamo per gradi: grazie agli shop elettronici è possibile espandere le vendite del proprio punto vendita, rivolgendosi a una fetta di mercato molto più ampia. In tal caso ne beneficia anche l’export, visto che su Internet non esistono confini geografici. Inoltre, è possibile sfruttare un e-commerce senza possedere prodotti o magazzini: questo avviene per merito del dropshipping. Naturalmente si tratta di un investimento che può andare dai 5.000 euro ai 20.000 euro: inoltre prevede una serie di tappe burocratiche come l’apertura della partita iva e l’iscrizione alla camera di commercio. Da un punto di vista pratico bisogna imparare a usare i CMS dedicati come Magento, oppure pagare un professionista.

Come guadagnare con un blog

Chi possiede delle competenze settoriali può scegliere di aprire un blog, e di metterle a disposizione degli altri utenti. Oggi la competizione in questo campo è feroce, quindi bisogna prima analizzare il mercato, individuando una nicchia poco competitiva con un pubblico potenzialmente interessato. Poi, dopo aver cominciato ad accumulare traffico, è possibile trarre un guadagno dal blog. I banner pubblicitari (Google AdSense) oggi rendono poco, ma possono rappresentare un punto di partenza: meglio cercare delle sponsorizzazioni dirette, e puntare sulle affiliazioni e sulla vendita di prodotti (come il sistema affiliate di Amazon). Anche la vendita di infoprodotti come ebook e video-corsi va tenuta in considerazione: a patto di essere degli esperti reali di una nicchia, oltre che influencer. Infine, il blog può diventare una preziosa risorsa per promuovere la propria attività di freelance, per farsi conoscere e per dare spazio alle proprie specializzazioni.

In sintesi, blog ed e-commerce possono aprire molte porte in sede di guadagno online: come sempre accade, però, bisogna fare esperienza diretta e provare diverse strade.