Dimissioni “inglesi” per Murdoch, inizia la separazione in due della News Corp

Pubblicato il 22 luglio 2012 9:30 | Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2012 9:32
Rupert Murdoch e Wendi Deng

Rupert Murdoch e Wendi Deng (LaPresse)

NEW YORK – Rupert Murdoch si dimette dal board dei giornali inglesi e la News Corp si divide in due. Il magnate australiano abbandona i consigli di amministrazione dei giornali inglesi della News Corp. Dimissioni che, riporta la News Corp, sono una “decisione propedeutica proprio alla separazione del gruppo in due società distinte e quotate, ovvero quella dove confluiranno le attività di intrattenimento e quella editoriale”. Murdoch ha comunque inviato una mail di rassicurazione al suo staff: rimarrà “interamente impegnato” nonostante le dimissioni.

Molti analisti potrebbero leggere nella mossa di Murdoch la possibilità che il magnate dei media possa decidere di vendere i quotidiani inglesi in seguito allo scandalo delle intercettazioni, che ha pesato sull’intero gruppo. La scissione in due società, che secondo alcuni analisti si tradurrà in un ‘Good Murdoch Empire’ e in un ‘Bad Murdoch Empire’, è stata in parte decisa, oltre che per calmare gli azionisti, per contenere lo scandalo delle intercettazioni.

La News Corp aveva annunciato già a fine giugno: “La separazione di News Corp in due società sarà realizzata in 12 mesi. La decisione è stata presa all’unanimitàdal consiglio di amministrazione di News Corp. La divisione intrattenimento includerà gli studio 20th Century Fox, la rete televisiva Fox e il canale Fox News. La divisione editoriale includerà il Times di Londra, il Wall Street Journal, la casa editrice HarperCollins e le attività di istruzione di News Corp. Murdoch, nella nuova struttura societaria, manterrà la presidenza di ambedue le società e sarà amministratore delegato di quella più grande, l’intrattenimento”.