Hai più droga della dose personale? Non è per forza spaccio

Pubblicato il 18 Maggio 2011 12:14 | Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2011 12:14

ROMA – Anche se vieni trovato con una quantità di droga superiore alla “dose personale”, non è detto che scatti automaticamente lo spaccio. La Corte di Cassazione ha sentenziato dunque che lo stupefacente in misura “leggermente superiore” ai limiti non prefigura automaticamente questo tipo di reato.

Ne ha dato notizia La Stampa, che ha citato il caso di un marocchino condannato in Appello e poi appunto “salvato” in Cassazione.

L’uomo, scrive La Stampa, “colto in flagrante possesso di due bustine contenenti eroina (grammi 0,280 di principio attivo), è stato ritenuto colpevole del reato di detenzione per spaccio di sostanze stupefacenti. I giudici di merito hanno motivato la condanna sulla base della sola eccedenza della soglia rispetto alla quantità massima detenibile (gr. 0,250) prevista dalle tabelle ministeriali in materia di stupefacenti”.

La Corte Suprema, prosegue La Stampa, “ha bacchettato i giudici d’appello per aver basato la condanna su congetture, senza provare almeno lo stato di tossicodipendenza dell’imputato o il consumo più o meno estemporaneo di sostanze droganti”.

Nel caso specifico, conclude il quotidiano, mancano le prove dell’attività finalizzata allo spaccio