“Ingroia, Scalfari e la laurea in Giurisprudenza”: racconto del battibecco

Pubblicato il 13 luglio 2012 11:42 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2012 12:00
eugenio scalfari antonio ingroia

Eugenio Scalfari (foto Lapresse)

ROMA – Antonio Ingroia aveva ridimensionato la laurea di Eugenio Scalfari. L’ex direttore di Repubblica ha replicato risentito, ricordando invece di essersi laureato col massimo dei voci. Il botta e risposta è stato riportato persino dal Corriere della Sera, in un articolo di Pierluigi Battista.

Ecco come Battista ha ricostruito la vicenda: Non scherziamo con i titoli di studio. Antonio Ingroia (nella foto in alto) , che come polemista preferisce l’accetta alla penna, aveva messo in discussione la laurea di Eugenio Scalfari, reo di essere in disaccordo con lui, in Giurisprudenza.

Poi Battista riporta anche la replica di Scalfari su Repubblica : «Il dottor Ingroia, in un’intervista rilasciata in uno dei tanti luoghi pubblici che frequenta quasi quotidianamente, mi ha perdonato poiché avrei l’attenuante di non essere laureato in Legge». Ahi. Ma: «Bontà sua, mi sono laureato in Giurisprudenza nel 1946 con il voto di 110 e lode», all’età, aggiungiamo noi, di 22 anni, e subito dopo la conclusione della guerra mondiale (e non nel ’51, come sosteneva erroneamente il Fatto quotidiano citando nientemeno la Treccani come fonte).

Battista, che sembra molto divertito dalla vicenda, riporta anche la stoccata con cui si chiude l’intervento di Scalfari. E poi il finale morale: «Se la raccolta di notizie del dottor Ingroia porta a risultati così completamente infondati, questo non è certo un segnale rassicurante sulle capacità professionali del sostituto procuratore». Urge replica, o almeno un giurì d’onore (che non si nega a nessuno).

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other