Facebook, accordo con editori per “Instant articles”. Ma no giornali italiani

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Maggio 2015 14:09 | Ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2015 14:10
Facebook, c'è con editori per "Instant articles". Ma no giornali italiani

Facebook, c’è con editori per “Instant articles”. Ma no giornali italiani

ROMA – Accordo tra Facebook e gli editori per incorporare direttamente le news. Dopo le indiscrezioni del Wall Street Journal, l’intesa c’è ed è ufficiale ma, almeno per ora, non riguarderà testate italiane. L’accordo infatti riguarderà 5 testate Usa, 3 inglesi e 2 tedesche.

Facebook lancia “Instant Articles” sulla sua applicazione per iPhone: in accordo con 9 realtà editoriali – il social network pubblicherà i loro articoli direttamente sulla sua piattaforma e gli utenti potranno accedervi senza lasciare la bacheca. In cambio per gli editori c’è visibilità ma soprattutto una bella fetta di ricavi pubblicitari.

Le 9 testate coinvolte

New York Times – Usa

National Geographic- Usa

BuzzFeed – Usa

NBC- Usa

The Atlantic – Usa

The Guardian – Gran Bretagna

BBC News – Gran Bretagna

Spiegel- Germania

Bild – Germania

“Instant Articles”, scrive Facebook annunciando la novità, permetterà di caricare le notizie (con foto, video, mappe e altri contenuti interattivi) 10 volte più velocemente rispetto allo standard degli articoli cui si accede online da dispositivi mobili. Le testate che per ora hanno stretto l’accordo “manterranno il pieno controllo dei contenuti pubblicati e dei loro modelli di business”, precisa Chris Cox, chief product del social network.

Gli editori potranno sia vendere direttamente pubblicità e incorporarla nei loro articoli, mantenendo così interamente i ricavi derivanti, sia potranno delegare a Facebook la vendita di inserzioni. In questo caso il social network manterrà una fetta degli introiti. Le compagnie media potranno inoltre tracciare dati e traffico sui loro contenuti attraverso strumenti di analisi come comScore e altri. .