Facebook at work, sfida a LinkedIn: un social network professionale per aziende

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Novembre 2014 16:45 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2014 16:45
Facebook at work, sfida a LinkedIn: un social network "pro" per le aziende

Facebook at work, sfida a LinkedIn: un social network “pro” per le aziende

SAN FRANCISCO – Si chiamerà Facebook at Work e sarà una nuova versione “pro” del social network più popolare, interamente dedicata al mondo del lavoro. Così Mark Zuckerberg si prepara a sfidare LinkedIn ma anche Microsoft e Google. Il nuovo sito, al quale Facebook starebbe lavorando in gran segreto, consentirà ai colleghi di chattare e collaborare sui documenti e ai professionisti di entrare in contatto. A spifferare l’indiscrezione è stato il Financial Times.

Il quotidiano economico parla di un social network simile a Facebook ma che consentirà a chi lo usa di mantenere separate l’identità personale e quella lavorativa. I dipendenti di Facebook usano il sito già da tempo ma solo nell’ultimo anno si è pensato di espanderlo ad altre società. Alcune lo starebbero già usando in via sperimentale in attesa del lancio ufficiale.

Facebook at Work ha potenzialmente le caratteristiche per strappare quote di mercato a LinkedIn, il social network per professionisti con 90 milioni di utenti attivi al mese. Ma la sfida è anche a Google Drive, il sistema di condivisione documenti di Gmail e a Microsoft Outlook, Office e Yammer, il social network aziendale acquistato da Redmond nel 2012 per 1,2 miliardi di dollari.

5 x 1000

Per diventare parte integrante nella vita degli uffici, Facebook dovrà conquistare la fiducia delle aziende sulle conversazioni private e sulla condivisione di informazioni. Ma dovrà anche sconfiggere quello scetticismo che ha spinto molte società a vietare l’uso di Facebook in ufficio per timori di un calo della produttività.

Per queste ragioni, osserva il Financial Times, Facebook at Work sarà probabilmente gratuito almeno all’inizio perché aumenterà il tempo che gli utenti trascorrono sulla piattaforma, con effetti positivi sulla pubblicità. Facebook infatti genera la maggioranza dei suoi ricavi dalla pubblicità e più tempo si trascorre sulla piattaforma maggiori sono le chance e la pubblicità da mostrare.

Nei mesi scorsi Mark Zuckerberg, ha spesso sottolineao come il social network abbia ancora “molto spazio per crescere”. E il nuovo sito si inserisce perfettamente in questo spazio. Facebook ha già 1,35 miliardi di amici, di cui due terzi visitano il sito ogni giorno. Gli americani trascorrono circa 40 minuti al giorno su Facebook, e nove ore al giorno sui media digitali dalle proprie tv, dai propri telefoni e dai computer.