Il Fatto Quotidiano: “Qui crolla tutto, di corsa verso le elezioni”

Pubblicato il 23 luglio 2012 23:11 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2012 23:11

ROMA – In piena speculazione, con lo spread a 516, secondo il Fatto Quotidiano sono in corso le grandi manovre per arrivare al voto a novembre. Con un obiettivo preciso:

Un nuovo Parlamento che rilanci un governo guidato dal professore per altre manovre “lacrime e sangue”. Il Quirinale preme, ma i partiti sono nel caos.

Marco Travaglio, invece, nell’editoriale si dedica alla Tav:

Ai violenti dementi che ancora l’altra notte hanno messo a ferro e a fuoco un pezzo di Valsusa fra Chiomonte e Giaglione a due passi dal finto cantiere della Torino-Lione, ben nascosti dietro le nobili bandiere del pacifico movimento No Tav, suggeriamo di dare un’occhiata ai bollettini del Tav, cioè a tutti i grandi giornali italiani. Da una settimana erano in apprensione, loro e i loro padroni forchettoni in conflitto d’interessi, perché ormai anche il governo francese ha capito che l’opera, destinata secondo la propaganda italiota a soppiantare la piramide di Cheope e la Grande Muraglia, costa troppo, non serve a nulla e intanto danneggia l’ambiente.