Fnsi, Siddi condanna il pacco bomba a La Stampa: “Terrorismo nemico libertà”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 ottobre 2013 1:04 | Ultimo aggiornamento: 5 ottobre 2013 1:04
Fnsi, Siddi condanna il pacco bomba a La Stampa: "Terrorismo nemico libertà"

Franco Siddi (Foto LaPresse)

ROMA – “Il giornalismo libero e plurale non può avere nemici”. Franco Siddi, segretario della Fnsi, commenta così la ferma condanna per il pacco bomba inviato al Massimo Numa nella redazione torinese de La Stampa il 3 ottobre.

Siddi ha dichiarato: “Il terrorismo che vuole colpirla, prendendo a pretesto contrasti e manifestazioni civili su cui la stampa informa, è nemico delle libertà di tutti e non solo dell’informazione. Il grave attentato – miracolosamente senza conseguenze – preparato contro il collega Massimo Numa e i giornalisti de La Stampa è un atto orrendo di impropria manifestazione contro la Tav che va a insinuare l’idea dell’informazione come nemica da colpire”.

Il segretario della Fnsi ha poi aggiunto nella nota: “Un’idea inaccettabile che condanniamo con fermezza, mentre manifestiamo piena solidarietà a Numa e a tutti i colleghi impegnati sulle frontiere dell’informazione senza indulgenze verso alcuno. La violenza, peggio ancora quella terroristica, è nemica della verità, della giustizia, della libertà. C’è bisogno di alzare l’asticella dell’ attenzione anche istituzionale e nei livelli di organizzazione della sicurezza pubblica, nei confronti di quanti all’ombra di proteste legittimamente espresse, ricorrono all’uso della violenza orientandola ancora verso una nuova escalation terroristica. Costoro nella stampa libera non potranno trovare complicità alcuna”.