“Foibe marca di pentole”. Battuta Pressmann, bufera su Rtl

di Ermete Trismegisto
Pubblicato il 11 Febbraio 2016 16:16 | Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio 2016 16:16
"Foibe marca di pentole". Battuta Pressmann, bufera su Rtl

“Foibe marca di pentole”.La protesta di Casapound

ROMA – “Foibe marca di pentole”. Battuta Pressmann, bufera su Rtl. Dieci febbraio, giorno del ricordo per le vittime delle foibe. Ma la memoria, purtroppo, non è affare per tutti. E così c’è chi parlando in una radio nazionale, Rtl 102.5, pensa che una simile tragedia si possa liquidare con una battuta. Fuori luogo e neppure troppo divertente. E’ Jennifer Pressmann, speaker radiofonica e conduttrice, speaker statunitense naturalizzata italiana.

In radio, nel giorno della memoria, Pressmann esordisce così: “Le foibe sono una marca di pentole?”. In tanti ascoltano e in tanti non la prendono bene. E su twitter iniziano a fioccare le proteste contro l’emittente. Nasce addirittura un hashtag, #boicottaRtl che chiede di non ascoltare la stazione radiofonico e non comprare i prodotti reclamizzati sull’emittente.

Sono soprattutto i movimenti di estrema destra a protestare. Casapound organizza un blitz per tappezzare di striscioni di protesta la sede di Rtl. Qualcosa di analogo, sempre con striscioni, fa anche Forza Nuova.

5 x 1000

Alla fine quando la protesta dilaga l’emittente corre ai ripari con un comunicato di scuse in cui definisce “infelice” e “subito rettificata” la battuta della conduttrice:

Rtl 102.5, in riferimento alla infelice battuta di una propria speaker – subito rettificata dal conduttore del programma -andata in onda nel giorno in cui è stata ricordata la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle Foibe, si scusa verso tutti coloro che si sono sentiti offesi dalla leggerezza con cui è stato affrontato l’argomento. RTL 102.5 sottolinea comunque che, come gli ascoltatori hanno avuto modo di verificare, nelle varie edizioni del Giornale Orario, durante il corso di tutta la giornata, e nel corso del programma Onorevole Dj sono stati dedicati ampi e sentiti spazi al Giorno del ricordo.