Foto sui social: l’ex può pretendere la cancellazione. Il consenso alla pubblicazione può essere revocato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Dicembre 2019 13:23 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2019 13:23
Foto sui social: l'ex può pretendere la cancellazione. Il consenso alla pubblicazione può essere revocato

Foto social: l’ex partner può chiedere la rimozione (Ansa)

ROMA – Una ex fidanzata o un ex fidanzato può chiedere e ottenere la cancellazione delle foto pubblicate e condivise su Facebook o Instagram che li riguardano. Insomma il principio “se mi lasci ti cancello” ha valore legale. Quel che resta di una relazione naufragata si può strappare, come le vecchie fotografie scattate con macchine analogiche. Il Tribunale di Bari ha certificato un punto dirimente: il consenso alla pubblicazione vale sempre. Dunque può essere revocato.

E infatti ha dato ragione a un uomo di 55 anni che aveva presentato un ricorso cautelare per ottenere la rimozione da Facebook di oltre mille fotografie raccolte in 36 album e postate durante gli anni dalla sua ex compagna. Senza seguito era stata invece la diffida che le aveva presentato tramite avvocato.

Il provvedimento afferma il principio per cui la pubblicazione sui social di una fotografia ritraente una persona deve essere sempre subordinata alla manifestazione, esplicita o implicita, del consenso da parte della persona ritratta.

“Tale condizione – segnala Ernesto Belisario sul blog Mashable Italia – è prevista sia dalle disposizioni normative a tutela del diritto all’immagine (art. 10 codice civile e art. 96 legge sul diritto d’autore) sia da quelle a tutela del diritto alla riservatezza poiché l’altrui pubblicazione di una propria immagine fotografica costituisce in ogni caso una forma di trattamento di un dato personale”. (fonte Mashable Italia)