Giornalisti: morta Anna Girola, prima cronista de “La Stampa”

Pubblicato il 12 Marzo 2010 22:13 | Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2010 11:10

È morta a Torino, all’età di 98 anni, Anna Rosa Gallesio Girola. Antifascista, membro del Cln piemontese, è stata la prima donna cronista al quotidiano La Stampa.

«Una giornalista – come amava definirsi – imprestata alla politica»: è stata infatti anche la prima donna eletta, nel 1951, nel Consiglio provinciale di Torino, dove fino al 1970 ha ricoperto quasi ininterrottamente la carica di assessore all’Assistenza.

Nata a Torino l’8 gennaio 1912, Anna Rosa Gallesio Girola era figlia di un dirigente sindacale cattolico, perseguitato dal fascismo. Durante l’occupazione tedesca, nel 1943, iniziò a collaborare con la redazione torinese del giornale cattolico L’Italia.

Una attività che alternava all’impegno nella lotta partigiana, tra le fila del Cln piemontese, come esponente della Democrazia Cristiana e dei Gruppi di Difesa della Donna.

Stretta collaboratrice del cardinale di Torino, Maurilio Fossati, che su indicazione del Vaticano svolgeva attiva opera di aiuto agli ebrei perseguitati, ha lavorato anche per il Popolo Nuovo (1946-1958), la Gazzetta del Popolo (1958-1961) e poi fino al 1977 per La Stampa, dove si è occupata soprattutto di cronaca sindacale.