Gmail cambia: Google lancia i messaggi che si autoeliminano e non si copiano

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 aprile 2018 17:55 | Ultimo aggiornamento: 26 aprile 2018 17:55
Gmail cambia: Google lancia i messaggi che si autoeliminano e non si copiano

Gmail cambia: Google lancia i messaggi che si autoeliminano e non si copiano

SAN FRANCISCO – Google rinnova Gmail, il servizio di posta elettronica con oltre 1,2 miliardi di utenti nel mondo, e lancia i messaggi che si autoeliminano.

La compagnia di Mountain View dà vita a un cambiamento che segue due direttrici: l’uso dell’intelligenza artificiale (diventata ormai un must in ogni ambito informatico) e l’incremento della sicurezza dei dati, che arriva a un mese di distanza dal Gdpr, il regolamento Ue sulla privacy in vigore dal 25 maggio prossimo.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

La stretta sulla protezione delle comunicazioni si chiama “confidential mode” e introduce le email che si autodistruggono, un po’ come accade con i messaggini di alcune app come Snapchat. Quando si devono inviare dati confidenziali (dalla dichiarazione dei redditi al referto medico) si può stabilire una data di scadenza del messaggio, oltre la quale non sarà più leggibile. Si può inoltre far sì che l’email non si possa copiare, stampare o inoltrare, per evitare condivisioni accidentali.

L’intelligenza artificiale in Gmail ha diverse declinazioni: dà priorità ai messaggi, ricorda di rispondere a quelli importanti, suggerisce risposte automatiche e consiglia di annullare l’iscrizione ad alcune newsletter, ad esempio quelle che continuiamo a ricevere ma non guardiamo mai. Le novità non finiscono qui.

Google ha rinverdito a livello grafico il servizio di posta, con un look più fresco e pulito, e ha introdotto la possibilità di interagire con i messaggi senza aprirli. Dalla lista delle email in arrivo si può infatti decidere di cestinare o controllare gli allegati, e anche di impostare lo “snooze”, funzione simile a quella della sveglia, che la fa suonare nuovamente alcuni minuti dopo, consente di rinviare un’email al momento della giornata in cui avremo tempo da dedicarle.