Google viola privacy degli utenti Apple: multa record da 22,5 mld di dollari

Pubblicato il 9 agosto 2012 19:00 | Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2012 19:05

google NEW YORK – Multa salatissima per Google: si è accordata e ha pagato 22,5 milioni di dollari alla Federal Trade Commission per risolvere la disputa sulla privacy degli utenti del browser Safari di Apple. Si tratta della maggiore sanzione mai imposta dalla Ftc a una società. Google è accusata di aver ingannato gli utenti e aver violato l’accordo firmato con la stessa Ftc lo scorso anno per aver imposto cookie su Safari, bypassando le impostazioni di privacy di Apple, per seguire i navigatori e tracciare il loro comportamento.

”La multa invia un chiaro messaggio a tutte le aziende: non importa quanto si è grandi o piccole, tutte devono mantenere le proprie promesse sulla privacy ai consumatori” afferma il presidente della Federal Trade Commissione Jon Leibowitz in una nota. La multa riguarda proprio la privacy: “La Ftc accusa Google di non essere stata chiara in merito ai ‘cookies’, usati per raccogliere informazioni dai computer e che possono servire per pubblicità mirata. Google – secondo la Ftc – per alcuni mesi fra il 2011 e il 2012 ha usato cookie per seguire il comportamento degli utenti di Safari che navigano all’interno delle rete pubblicitaria DoubleClick di Google, anche se il motore di ricerca aveva dichiarato che gli utenti erano automaticamente esclusi da ogni eventuale localizzazione in seguito alle impostazioni di default del browser Safari sui Mac, iPhone e iPad”.

”Definiamo standard di privacy e sicurezza altissimi per i nostri utenti – dice però Google in una nota – La FTC si è focalizzata su una pagina del centro assistenza pubblicata oltre due anni prima della nostra composizione amichevole e un anno prima che Apple cambiasse la sua politica per la gestione dei cookies. Ora abbiamo cambiato la pagina e rimosso dal browser di Apple i cookies pubblicitari, che non hanno raccolto alcuna informazione personale”.