Huawei Mate 30 senza Gmail e Maps: Google chiude agli smartphone cinesi

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 3 Ottobre 2019 14:35 | Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre 2019 14:37
Huawei Mate 30 blocco Google app

Huawei (Foto archivio ANSA)

ROMA – La rottura tra Huawei e Google sembra ormai insanabile. Non solo l’azienda cinese dopo i dazi imposti dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump alla Cina non potrà usare il sistema operativo Android, ma chi sceglierà quel telefono non potrà in alcun modo scaricare nemmeno le app più popolari come Maps o Gmail.

Secondo le ultime indiscrezioni riportate anche dall’Agi, per Huawei c’era almeno la speranza di poter usare le app di Google, ma questa è ormai sfumata. Non ci sarà modo per chi deciderà di comprare il Huawei Mate 30 di aggirare il blocco imposto dalla Casa Bianca e di installare manualmente le app più utilizzate. 

Google infatti è intervenuta e ha chiuso la sua “backdoor”, cioè una “porta di servizio” digitale o meglio una falla da cui gli utenti avrebbero potuto accedere al software e installare le app, anche se ufficialmente bloccate, che resteranno dunque tali. Da tale LZPlay era dunque possibile accedere alle app ma il colosso di Mountain View si  adeguato alle linee guida della Casa Bianca e l’ha bloccato.

Ora il mercato in occidente, dove le app di Google sono usatissime, potrebbe diventare più difficile e l’ennesimo blocco potrebbe di rimando scoraggiare gli utenti intenzionati ad acquistare il Mate 30, arrivato sul mercato a settembre. (Fonte AGI)