Il Fatto: “Indagine sulla trattativa Stato-mafia. I segreti del Quirinale”

Pubblicato il 16 Giugno 2012 0:10 | Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2012 23:26

Clicca per ingrandire

ROMA – “Indagine sulla trattativa Stato-mafia. I segreti del Quirinale”. Questo il titolo di apertura del Fatto quotidiano di sabato 16 giugno, che spiega in vari punti: “Dicembre 2011, l’ex ministro Mancino esce dalla Procura e chiama il Colle: Non lasciatemi solo, possono uscire altri nomi (tra cui Scalfaro). Loris D’Ambrosio, consigliere di Napolitano, conferma al Fatto: È vero, mi ha chiamato. Ma quel che ha fatto il Presidente è top secret”. Mancino chiama il procuratore di Palermo Messineo per evitare il confronto con Martelli che lo smentisce. Ma il faccia a faccia si svolge. Tre mesi fa il Pg della Cassazione chiede gli atti dell’inchiesta di Caltanissetta in cui si critica Mancino. Che lo chiama: Bravo, difendi i politici”.

Sulla questione Stato-mafia anche l’editoriale di Marco Travaglio, dal titolo “Moral dissuasion”. Quindi un articolo sul terremoto in Abruzzo: “L’Aquila, le banche imboscano 5 milioni”.

A centro pagina il decreto sviluppo col titolo: “Passera, ideona-sviluppo: la Salerno-Reggio Calabria”. Spiega quindi il Fatto: “A questo punto non ci sono più dubbi. Corrado Passera vuole fortissimamente diventare un politico a tutto tondo. Ieri ha superato una prova iniziatica: la promessa roboante sulla Salerno- Reggio. La finiremo entro il 2013, ha detto, con tanto di ci metto la faccia”.