“Il sito web che si compra Newsweek”, Vittorio Sabadin per La Stampa

Pubblicato il 13 Novembre 2010 14:03 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2010 14:03

Blitz quotidiano vi propone oggi come articolo del giorno quello di Vittorio Sabadin per La Stampa, dal titolo “Il sito Web che si compra Newsweek”.

C’è un’altra data da ricordare, nella tormentata storia dell’evoluzione dei media: per la prima volta una vecchia, gloriosa testata è stata assorbita ieri da un sito web con appena due anni di vita. Ma le nozze fra «Newsweek» e «The Daily Beast», secondo molti critici, potrebbero anche fare male a entrambi. «Newsweek» è stato fondato nel 1933. Il primo numero del settimanale aveva in copertina sette fotografie, una per ogni giorno della settimana, e costava 10 centesimi. Acquistato dal «Washington Post» nel 1961, si è battuto con onore sul mercato: negli anni migliori la tiratura è stata di sei milioni di copie, contese al rivale «Time» grazie a una elevata qualità e a un orientamento più liberale. «The Daily Beast» è apparso per la prima volta online solo nell’ottobre del 2008.

È stato fondato dall’agguerrita ex direttrice di «Vanity Fair» e del «New Yorker», Tina Brown, sull’onda di altri siti simili, come il «Drudge Report» o «Politico», e prometteva di rivelare scandali e segreti politici, ma finora non ha combinato granché. Ancora oggi, solo un terzo del contenuto è originale, mentre il resto del materiale è preso gratuitamente da giornali e pubblicazioni tradizionali. Il «Daily Beast» vanta comunque cinque milioni di visitatori unici al mese, che sono cresciuti anche grazie a nuove determinanti rubriche come «Sexy Beast». […]