Libero Annunci, il nuovo motore di ricerca per tutti gli annunci d’Italia

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Agosto 2020 14:07 | Ultimo aggiornamento: 3 Agosto 2020 14:08
Libero Annunci, il nuovo motore di ricerca per tutti gli annunci d'Italia

Libero Annunci, il nuovo motore di ricerca per tutti gli annunci d’Italia

Libero Annunci, il nuovo motore di ricerca per tutti gli annunci d’Italia. Italiaonline presenta la nuova property che aggrega in unico luogo tutti gli annunci relativi a case, automobili e lavoro.

Libero Annunci è il nuovo sito di Italiaonline che consente agli utenti di trovare, finalmente aggregati in un unico luogo, tutti gli annunci dei principali portali italiani di classified ads, in particolare nei settori casa (affitto e vendita), automotive e lavoro.

Di facile e intuitiva consultazione, Libero Annunci si presenta come un motore di ricerca. I filtri permettono agli utenti di raffinare le proprie ricerche a seconda delle esigenze.

Una volta completata la search, l’utente viene reindirizzato al sito originale per la finalizzazione dell’operazione. Esiste, inoltre, un sistema di alert, grazie al quale si possono salvare le ricerche e impostare le notifiche via e-mail, ad es.: “bilocale Roma, affitto”, oppure “store manager, tempo indeterminato, Milano” al fine di ricevere notizia quando compare un annuncio con le keyword prescelte.

Il costante aggiornamento e la normalizzazione del corposo database – ad oggi sono presenti oltre 12 milioni di annunci complessivi – sono affidati a un sofisticato sistema di intelligenza artificiale. 

“I recenti accadimenti hanno impresso una fortissima accelerazione non solo all’e-commerce ma anche all’info-commerce, cioè a quell’insieme di azioni che un utente compie nella sua customer journey prima di effettuare un acquisto: visitare siti specializzati, comparare prezzi, ecc… – dichiara Domenico Pascuzzi, Marketing Director Publishing di Italiaonline – Libero Annunci intercetta, dunque, un bisogno che emerge sempre più chiaramente dalle navigazioni in rete, improntate a logiche decisamente interattive e transazionali”.