Rebekah ”la Rossa” assolta torna Ceo impero Murdoch

Pubblicato il 29 Agosto 2015 13:04 | Ultimo aggiornamento: 15 Settembre 2015 13:31
Rebekah Brooks

Rebekah Brooks

LONDRA – Rebekah Brooks, detta ‘la Rossa’, tornerà a ricoprire l’incarico di amministratore delegato dell’impero editoriale di Rupert Murdoch in Gran Bretagna, a quanto scrive il Finacial Times e riferisce l’agenzia Ansa.

E’ lo stesso incarico lasciato da Rebekah Broks quattro anni fa all’inizio dello scandalo Tabloidgate, dal quale è uscita assolta dalla stessa sentenza che ha condannato l’ex direttore di News of the World (ed ex spin doctor di David Cameron), Andy Couson  per le intercettazioni illegali.

La Brooks era accusata di intralcio alla giustizia e, come Coulson, anche dell’accusa diintercettazioni telefoniche illegali e corruzione. Degli otto imputati, questi tre hanno avuto legami molto stretti, di amicizia e di lavoro, con il premierDavid Cameron, che con i coniugi Brooks partecipava a feste di compleanno, cene, passeggiate a cavallo.

Brooks e Coulson, entrambi 45enni, sono stati accusati di aver autorizzato una lunga serie di intercettazioni telefoniche, circa 600, per permettere ai giornalisti di News of the World di carpire notizie dalle comunicazioni telefoniche dei vip. Proclamatici entrambi innocenti, hanno avuto esiti giudiziri diversi.

Tra le vittime illustri Paul McCartney e Jude Law. Con i due imputati principali, alla sbarra ci sono soprattutto giornalisti e dipendenti del gruppo Murdoch. Secondo l’accusa inoltre, per ottenere le informazioni riservate, venivano pagate ingenti somme di denaro a pubblici ufficiali. Il che ha consentito a Coulson di mettere le mani su un lungo elenco di numeri telefonici.