Megyn Kelly scaricata dalla Nbc per lo scivolone sui “blackface”: ma se ne va con tutti i 69 mln $ del contratto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 novembre 2018 13:27 | Ultimo aggiornamento: 21 novembre 2018 13:27
Megyn Kelly scaricata dalla Nbc per lo scivolone sui "blackface": ma se ne va con tutti i 69 mln $ del contratto

Megyn Kelly scaricata dalla Nbc per lo scivolone sui “blackface”: ma se ne va con tutti i 69 mln $ del contratto

ROMA – La più seguita e più pagata conduttrice televisiva d’America lascia la Nbc: Megyn Kelly, volto e voce di Today Show, il programma del mattino da milioni di ascolti, è vicina a concludere l’accordo che le garantirà in ogni caso l’intera enorme cifra del suo contratti di tre anni, onorato per metà del tempo. L’emittente pagherà gli ultimi 30 milioni di dollari dei 69 che la convinsero nel 2017 ad abbandonare Fox News dove aveva costruito la sua reputazione di anchor-woman.

Pesa nel divorzio lo scivolone sul termine e sul concetto di “blackface” utilizzato a Halloween, per cui si era scusata ma che le era costata la conduzione del programma. Il politicamente corretto in Usa è una cosa seria, al netto di esagerazioni e autocensure. In Italia è difficile comprendere lo scandalo suscitato in America per aver detto “quando ero piccola era Ok a Halloween per i bianchi avere il viso mascherato di nero o per i neri averlo dipinto di bianco”.

Una critica la sua proprio al politicamente corretto. Avventata, perché non teneva conto dell’intento fortemente caricaturale (occhi a palla, scarpe grosse, pelle nero pece e labbra esageratamente bianche) contro le persone di colore di una tecnica nata a teatro per sottolineare stereotipi e cristallizzare pregiudizi. Con la stagione dei diritti civili “blackface” è diventato un insulto in tutte le sue sfumature.

Kelly era salita alle cronache durante la sua carriera a Fox, quando moderò nel 2015 il primo dibattito tv tra i candidati per la nomination repubblicana. Donald Trump si scagliò contro di lei per le domande che giudicò aggressive, riservandole commenti stereotipati e sessisti. A Fox Kelly, con un passato di studi da avvocato, si era affermata per i suoi modi di condurre le interviste: precisi, esatti, aggressivi ma sempre nel rispetto della persona e della legge.

Il suo ruolo a Nbc era totalmente diverso: volto del mattino doveva essere più rassicurante e meno pungente, sorridente e meno inquisitoria. Un ruolo che – sulla base degli ascolti – non le si addiceva e che le aveva attirato l’ira dei suoi colleghi. Il suo arrivo a Nbc è stato tumultuoso fin dall’inizio. La scelta di Kelly di circondarsi solo con i suoi ‘uomini’, provenienti tutti da fuori e assunti ad hoc, le ha subito creato problemi ma finché c’è stato feeling con i vertici l’anchorwoman ha resistito. Negli ultimi mesi, però, anche con i vertici di Nbc i rapporti si sono logorati, fino ad arrivare allo ‘scivolone’ dei visi neri che ha segnato la fine della sua avventura.