“Anche Monti segna un gol”. La prima pagina del Fatto Quotidiano del 30 giugno

Pubblicato il 30 Giugno 2012 1:42 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2012 1:43

ROMA – “Anche Monti segna un gol”. La prima pagina del Fatto Quotidiano del 30 giugno è dedicata al gol del premier Mario Monti, che arriva dopo la vittoria calcistica dell’Italia con la Germania firmata dalla doppietta di Mario Balotelli. “Al vertice europeo il premier strappa lo “ya ” della Merkel allo scudo salva-spread, “ma l’Italia non lo userà”. Ancora “nein” invece sugli eurobond”, scrive il Fatto.

Il Fatto poi parla della realtà “cancellata” da “Quelli che il calcio”, riferendosi alla dichiarazione del presidente del Coni Gianni Petrucci: “Lo spread lo decidono gli Azzurri”, mentre Capezzone parla di “chiedere scusa a Buffon ed i giornali di “desVaffanMerkel”. Dedicate al calcio anche le “Cattiverie” del blog Spinoza, che punta sul portiere della nazionale italiana: “Siamo qui, ora osiamo, ha sospirato Buffon entrando in una tabaccheria polacca”.

Marco Travaglio invece apre con “Ideona: l’autobavaglio”,  in cui il giornalista parla del rapporto Stato-mafia, del ruolo del Quirinale e dell’autobavaglio di un articolo su Repubblica di Franco Cordero, “seminascosto a pagina 33 sotto un titolo fatto apposta per mettere in fuga i lettori (“Dove scivolano le norme”), fa a pezzi tutto ciò che hanno scritto giuristi e costituzionalisti di corte negli ultimi 10 giorni”.