National Enquirer stato venduto per 100 milioni di dollari a James Cohen

di Caterina Galloni
Pubblicato il 20 Aprile 2019 6:51 | Ultimo aggiornamento: 19 Aprile 2019 17:54
National Enquirer

National Enquirer stato venduto per 100 milioni di dollari a James Cohen

ROMA – Il tabloid americano National Enquirer è stato venduto per 100 milioni di dollari a James Cohen, il miliardario e attuale CEO di Hudson Media, secondo quanto riportato dal Washington Post. Nell’accordo raggiunto tra American Media e Cohen c’è anche la vendita di Globe e National Examiner. 

Il National Enquirer aveva ammesso di aver pagato delle somme di denaro per sostenere il presidente degli Stati Uniti Donald Trump durante la campagna elettorale e accusato di aver tentato di ricattare Jeff Bezos, fondatore di Amazon ed editore del Washington Post. La famiglia di Cohen è proprietaria di una rivista e distributore di libri negli Stati Uniti, Hudson News Distributors. La vendita si ritiene riduca il debito di AMI a 355 milioni di dollari.

La scorsa settimana, il New York Times aveva riferito che i proprietari del National Enquirer erano in trattative per vendere il tabloid al miliardario della California Ronald Burkle. Secondo quanto riportato dai media, anche Paul Pope, uno degli eredi del fondatore del National Enquirer, Generoso Pope Jr., era nella lista degli acquirenti ma martedì scorso ha ritirato l’offerta. 

Novantadue anni di storia, il National Enquirer ha attirato i lettori nelle casse dei supermercati attraverso titoli sensazionali e foto di celebrità. Il sito web del tabloid sostiene che abbia un seguito di 5 milioni di lettori. All’inizio di febbraio, Bezos, amministratore delegato di Amazon.com Inc, ha accusato il tabloid di aver cercato di ricattarlo minacciando di pubblicare delle foto intime e sms piccanti tra lui e Lauren Sanchez. (fonte Daily Mail)